This content is not available in your region

L'arte dei ramai di Lahij, un sapere che si tramanda da secoli

euronews_icons_loading
L'arte dei ramai di Lahij, un sapere che si tramanda da secoli
Diritti d'autore  euronews
Di Euronews

Il villaggio di Lahij, in Azerbaigian, si trova in una gola delle montagne del Nial, a circa tre ore di macchina a ovest di Baku. Le strette strade acciottolate, le case fatte con le pietre del fiume, le botteghe e i negozi hanno lo stesso aspetto di secoli fa.

Lahij è stato a lungo conosciuto come il villaggio degli artigiani, noto per la produzione di pelle e di tappeti. Ma sono i ramai che hanno reso Lahij famoso. Gli oggetti ornamentali in rame sono il simbolo di questo piccolo villaggio.

"Il laboratorio in cui lavoro ha 300 anni - dice Kebleyi Aliyev, un ramaio di Lahij -. È stato aperto nel 1725 ed è ancora operativo. I miei antenati, bisnonni, zii, i loro figli: tutta la mia famiglia ha lavorato in questa officina. Lavoro qui da quando avevo cinque anni, ogni giorno. Ora ho 50 anni e i miei figli saranno l'ottava generazione della famiglia a lavorare qui".

La fabbricazione del rame è una delle forme più antiche di lavorazione dei metalli. La pratica di creare e decorare oggetti di rame risale a migliaia di anni fa, non molto tempo dopo che gli uomini impararono come estrarre questo metallo dalla terra. I metodi sono cambiati poco nel corso degli anni: i ramai locali usano ancora strumenti tradizionali come mazze e scalpelli. È un lavoro duro, che richiede forza, resistenza e pazienza.

"Kebleyi modella un piatto di rame grezzo - dice Haji, uno dei tanti membri della famiglia Aliyev che lavora come ramaio - lo copre con uno strato di stagno e me lo porta. Io applico gli ornamenti. Ogni piatto è unico. Non si può continuare ad applicare lo stesso motivo su ogni piatto, ogni volta è diverso, ispirato dalla forma del piatto. Questo scalpello è l'unico strumento che uso, non uso neanche una matita per delineare prima la decorazione. La immagino sempre nella mia mente prima di iscriverla".

Oggi le stoviglie di rame fabbricate a Lahij sono esposte in alcuni dei più famosi musei del mondo, tra cui il Louvre di Parigi, e sono molto apprezzate anche a livello locale.

"L'arte del rame a Lahij risale a molto tempo fa - dice Kamal Aliyev, direttore della riserva storica e culturale statale di Lahij -. Sappiamo per certo che delle stoviglie elaborate venivano fabbricate qui già nell'XI secolo. Inoltre gli archeologi hanno scoperto in varie regioni dell'Azerbaigian monete di rame che sono state fabbricate a Lahij durante il Medioevo. Sappiamo anche che nel 1923 qui c'erano più di 200 officine di rame operative".

Nel 2015 l'Unesco ha inserito l'artigianato del rame nel patrimonio culturale immateriale dell'umanità.