EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Placido Domingo e la sua fucina di talenti: il concorso Operalia

In collaborazione con
Placido Domingo e la sua fucina di talenti: il concorso Operalia
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

In associazione con:

Amanda Woodbury, americana, classificatasi seconda a Operalia, il concorso lirico che ogni anno si svolge in una delle capitali mondiali della musica.

Di recente è stata la volta di Los Angeles, dove Placido Domingo, ideatore e presidente del concorso, è tra l’altro direttore musicale della Los Angeles Opera. Fra oltre mille partecipanti una decina giunge in finale, già di per sé una vittoria, trampolino di lancio per una carriera internazionale.

I vincitori dell’ultima edizione di Operalia, Mario Chang e Rachel Willis-Sørensen:

Rachel Willis-Sørensen et Mario Chan vainqueurs d'Operalia : http://t.co/SwuSYQNNpY via @Forumoperapic.twitter.com/4a7VEE9oZU

— Christophe Rizoud (@ChristRizoud) 31 Agosto 2014

“Non mi preoccupa che ci siano finalisti che non hanno vinto, non possono vincere tutti – ci dice Placido Domingo -. Ma qui la giuria è composta da personalità provenienti dai più grandi teatri e proprio poco fa un paio di cantanti che non hanno vinto mi hanno detto che avevano già in mano tre contratti… quindi, nessuno è lasciato al suo destino.”

Tra i prestigiosi giurati anche Marta Domingo, moglie di Placido e oggi stimata regista lirico.

“La vincitrice è una meraviglia – dice a Musica -: ha davanti a sé una gran carriera, perché può cantare Verdi ma anche Wagner! E poi trovo ammirevole che una non spagnola come lei possa cantare la zarzuela a quel livello.
Quanto a Mario Chang ha una voce stupenda: è un autentico tenore, simpatia compresa!”.

Il video integrale della prestazione di Mario Chang a Operalia.

Lui non sembra dal canto suo voler perdere tempo. Proveniente da un paese in cui la musica lirica stenta a trovare spazi e strutture, Mario Chang si dice determinato a mettere a frutto la fama raggiunta per farsi ambasciatore dell’opera nel suo Guatemala.

“Arrivare sin qui è stato abbastanza difficile – racconta -. In primo luogo riuscire a lasciare il Guatemala, dove si canta l’opera, ma non esistono purtroppo teatri d’opera. Con mia moglie, che pure è cantante, ho fatto una promessa al nostro paese: ogni anno, nella cattedrale di città del Guatemala, diamo un concerto gratuito per tutti, e mi piacerebbe considerarmi un promotore dell’opera in Guatemala.”

Il video integrale della prestazione di Rachel Willis-Sørensen a Operalia.

Vincitrice di Operalia, insieme a Mario Chang, è anche il soprano Rachel Willis-Sørensen. Vulcano di simpatia ed espressività, la cantante statunitense ci rende partecipi di un segreto che non aveva finora mai svelato a nessuno.

“Il Maestro Domingo mi ha detto di lasciarmi andare in certi momenti del mio pezzo, “Dich, teure Halle”, e che mi sarebbe stato dietro con l’orchestra – racconta -. No, ma ve lo immaginate: Placido Domingo che dice che mi starà dietro?! Sto sognando, non è possibile, eppure è successo! Questo brano di Wagner è un gioiello per me… Ok, passa per un pezzo difficile, greve, ma vi dirò un segreto: è l’aria più facile del mio repertorio… Ssst, non lo dite in giro!”.

I Domingo sono anche una grande famiglia a servizio della musica. Una dedizione di cui hanno fatto prova anche in occasione di Operalia.

“I miei nipoti sono straordinari e hanno un grande amore per la musica – ci dice Placido Domingo -! Oggi, poi, sono rimasti tutti e due seduti ad assistere attenti al concorso di Operalia”.

“E hanno anche votato!”, aggiunge la moglie Marta.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Hankyeol Yoon ha vinto l'edizione 2023 del Premio Herbert von Karajan

Al Festival di Salisburgo un concorso unico per aspiranti direttori d'orchestra

Con "Champion" il Met vuole conquistare un pubblico più ampio