EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Russia: un anno fa l'ammutinamento del capo della Wagner Yevgeny Prigozhin

Una scultura di Evgeny Prigozhin a San Pietroburgo, Russia, 1 giugno 2024
Una scultura di Evgeny Prigozhin a San Pietroburgo, Russia, 1 giugno 2024 Diritti d'autore Dmitri Lovetsky/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Dmitri Lovetsky/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Di Maria Michela Dalessandro
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Nonostante l'ammutinamento fallito, a un anno dalla "marcia per la giustizia" dei paramilitari della Wagner guidata da Prigozhin, in Russia alcuni cittadini hanno ricordato il leader morto in un incidente aereo nell'agosto 2023

PUBBLICITÀ

Primo anniversario di quello che venne definito un tentativo fallito di ammutinamento da parte del leader del gruppo paramilitare WagnerYevgeny Prigozhin. Un anno fa, nella notte tra venerdì 23 e sabato 24 giugno,Prigozhin sta guidando i suoi uomini a Rostov sul Don, il maggiore centro logistico per i russi che combattono in Ucraina nel sud del Paese, per impossessarsi del quartier generale del distretto militare meridionale e poi marciare verso Mosca.

Ammutinamento Wagner: cosa è successo un anno fa

Dopo l'ingresso dei paramilitari nella città di Rostov sul Don, da dove avevano lanciato quella che loro stessi definirono una "marcia per la giustizia", un’insurrezione armata contro l’esercito russo e i suoi vertici militari, Prigozhin accetta di fermare la rivolta dopo un colloquio telefonico con il leader bielorusso Aleksandr Lukashenko.

Ammutinamento Wagner: il ricordo dei russi

Nonostante l'ira del Cremlino per l'ammutinamento di un anno fa, in questi giorni in Russia sono apparsi diversi memoriali dedicati a Prigozhin e alla sua compagnia militare. Da San Pietroburgo a Mosca, le foto in ricordo dell'ex "chef di Putin" non sono state lasciate solo davanti alla sua tomba o alla sede della Wagner, ma anche nel centro di Mosca e per le strade di quella che fu la capitale dell'impero russo.

Chi era Yevgeny Prigozhin

Classe 1961, Yevgeny Prigozhin nasce e cresce in Unione Sovietica, a Leningrado, oggi San Pietroburgo, si diploma in un collegio di atletica leggera e due anni dopo la fine della scuola viene condannato a una pena sospesa per furto. Entra ed esce di prigione rimanendoci in tutto nove anni, non appena libero inizia a lavorare come venditore ambulante di hot dog. Prigozhin fa rapidamente carriera e nel giro di qualche anno arriva a gestire una serie di ristoranti di lusso a San Pietroburgo, grazie ai quali conoscerà Vladimir Putin.

Nel 2014 fonda il gruppo paramilitare mercenario Wagner, che opera in numerosi conflitti nel mondo, dall'Africa all'Ucraina. Il resto è storia recente: il 23 agosto 2023, a due mesi dalla rivolta armata di giugno dello stesso anno, l'aereo su cui viaggiava Prigozhin precipita nella regione russa di Tver mentre era diretto a Mosca. Tutte morte le dieci persone a bordo, compreso l'ex chef di Putin.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Fiori e carri armati per Prigozhin, celebrazioni e fedelissimi a Mosca per il capo della Wagner

Mosca, il dietrofront di Prigozhin

Il video di Yevgeny Prigozhin