EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Ammutinamento Wagner, Putin: "Difenderò la Russia dai traditori"

Le maschere di Putin e Prigozhin a San Pietroburgo, la loro città natale.
Le maschere di Putin e Prigozhin a San Pietroburgo, la loro città natale. Diritti d'autore AP/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore AP/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Di Euronews - Ansa - EFE
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Dieci anni di misterioso carcere, poi da "chef di Putin" a fondatore della compagnia di mercenari Wagner: ora Yevgeny Prigozhin rischia di diventare il peggior nemico del Cremlino. Per lui è pronto un mandato d'arresto. E Putin dichiara in diretta tv: "Ci difenderemo dai traditori"

PUBBLICITÀ

"Difenderemo il nostro popolo e il nostro Stato da qualsiasi tradimento".
Lo ha detto il presidente russo, Vladimir Putin, in un discorso alla nazione in diretta tv, dopo la ribellione del capo della Wagner, Yevgeny Prigozhin.

 "Quello che stiamo affrontando è un tradimento. Gli interessi personali hanno portato al tradimento del nostro Paese e alla causa che le nostre forze armate stanno combattendo", ha dichiarato Putin, nel suo discorso alla televisione di Stato. 

"È una pugnalata alle spalle del nostro Paese e del nostro popolo".
Vladimir Putin
70 anni, presidente della Federazione Russa

"Come comandante in capo e cittadino russo farò tutto il possibile per difendere la Costituzione, la libertà e la sicurezza in Russia. Chi imbraccerà le armi contro i propri connazionali pagherà per questo crimine. 
Adesso si decide il destino del nostro popolo", ha aggiunto Putin.  

"Tutti coloro che sono andati sulla via del tradimento saranno puniti e saranno considerati responsabili.
Le forze armate hanno ricevuto gli ordini necessari".
Vladimir Putin
70 anni, presidente della Federazione Russa
Gavriil Grigorov/Sputnik
La tensione sul volto di Vladimir Putin.Gavriil Grigorov/Sputnik

"Preso possesso" di Rostov?

Prigozhin, da parte sua, sostiene che i suoi mercenari sono già a Rostov sul Don, in Russia, e hanno "preso possesso" dei siti militari e della città, non lontana dal confine con l'Ucraina, quartier generale del distretto militare meridionale delle forze armate russe.

Secondo altre informazioni, i mercenari sarebbe arrivati anche Voronezh, a 500 km da Mosca. 
E la capitale russa sembra proprio l'obiettivo della Wagner...

Il canale di Telegram "Grey Zone", vicino al gruppo Wagner, ha mostrato le foto del valico di frontiera di Bugaevka, nella regione di Voronezh, dove "180 soldati russi e membri delle forze dell'ordine hanno accettato di non interferire con le azioni dei volontari russi del gruppo Wagner e hanno deposto le armi". 

Telegram/Grey Zone
Al valico di frontiera di Bugaevka. (24.6.2023)Telegram/Grey Zone

L'Ambasciata italiana avverte

L'Ambasciata italiana a Mosca ha rivolto un appello ai connazionali presenti nelle regioni russe di Rostov e Voronezh perché restino "al riparo" e si tengano "informati sugli sviluppi".
"A chi è fuori da Rostov e da Voronezh si raccomanda di non recarsi nella regione", aggiunge l'Ambasciata.  

Prigozhin: "Non sono un traditore"

Prigozhin, venerdì, ha chiesto una ribellione armata volta a estromettere il ministro della Difesa russo, Sergei Shoigu, assicurando che non si tratta di un "colpo di stato militare", ma di una "marcia per la giustizia".

Prigozhin si rivolge, quindi, per la prima volta, direttamente a Vladimir Putin, dicendo che il presidente è "profondamente in errore" quando lo definisce un traditore.
Lo sostiene lo stesso Prigozhin in un audio su Telegram, citato dal "Guardian".

"Nessuno si costituirà su richiesta del presidente", aggiunge il capo della Wagner, "non vogliamo che il Paese continui a vivere nella corruzione e nella menzogna. Siamo patrioti e coloro che sono contro di noi sono quelli che si sono riuniti intorno ai bastardi", conclude Prigozhin. 

La motivazione scatenante dell'insurrezione sarebbe l'accusa, da parte di Prigozhin, alle truppe regolari russe di aver bombardato gli accampamenti dei mercenari della Wagner, su ordine proprio di Shoigu. 
Accusa respinta dal Ministero russo della Difesa. 

Il Comitato nazionale antiterrorismo dei servizi di sicurezza federali russi ha reagito alle minacce chiedendo l'arresto di Prigozhin per "ribellione armata".

"Disobbedite ai suoi ordini e arrestatelo!"
Appello di Mosca ai mercenari della Wagner, nei confronti di Prigozhin

Mosca blindata

La sicurezza è stata rafforzata a Mosca e a Rostov sul Don, dove si trova il quartier generale militare russo per la regione meridionale e che sovrintende anche ai combattimenti in Ucraina.

Veicoli militari hanno fatto il giro del centro della capitale russa già nelle prime ore di sabato, soldati armati di fucili d'assalto sono di stanza fuori dall'edificio principale del ministero della Difesa e la Piazza Rossa è stata chiusa al traffico: così riferisce l'agenzia di stampa Associated Press.

I mercenari della Wagner hanno giocato finora un ruolo cruciale nella guerra della Russia in Ucraina, riuscendo a conquistare Bakhmut, la città dove si sono svolte le battaglie più lunghe e sanguinose.

PUBBLICITÀ

Chi è Prigozhin, lo "chef di Putin"

AP/PRIGOZHIN PRESS SERVICE
Yevgeny Prigozhin, durante l'operazione "speciale" in Ucraina.AP/PRIGOZHIN PRESS SERVICE

Nato 62 anni fa a San Pietroburgo, la stessa città di Putin, Prigozhin è stato nella sua vita precedente un uomo d'affari "criminale", avendo trascorso dieci anni in prigione negli anni '90, anche se non ne ha mai rivelato il motivo.

Quando uscì di carcere, si mise a vendere hot dog, mescolando la senape nella cucina di un suo parente e guadagnando 1.000 dollari al mese: così raccontò a Prigozhin ad un sito di San Pietroburgo nel 2011, in una delle rare interviste rilasciate all'epoca.

Ma aspirava a molto di più e sapeva come stabilire buoni contatti all'interno della comunità imprenditoriale e, successivamente, tra l'élite politica russa.

L'ultranazionalista Prigozhin riesce ben presto ad aprire il suo primo ristorante ed entrare nel mondo della ristorazione per cene di gala con ospiti illustri in Russia.

PUBBLICITÀ

A quel tempo, Putin era già presidente e, a volte, portava i suoi ospiti, compresi leader stranieri come George Bush, nei ristoranti di Prigozhin a San Pietroburgo, almeno stando alle fotografie di quegli anni.

Ben presto vinse appalti governativi per la ristorazione e per la scuola a Mosca, attraverso la sua compagnia Concord.  
E, infatti, si era già guadagnato il soprannome di "chef di Putin"...

Secondo un'indagine del 2017 del leader dell'opposizione russa, Alexei Navalny, ora in carcere, Prigozhin avrebbe ottenuto appalti statali del valore di almeno 2,5 miliardi di euro, compreso uno per distribuire cibo all'esercito russo.

Il gruppo Wagner

Nel 2013 Prigozhin ha fondato il gruppo Wagner: ufficialmente una società militare privata, ma con stretti rapporti con gli apparati di sicurezza russi, a partire dall'intelligence
Si stima che, a combattere in Ucraina, avesse fino a 50.000 uomini, la metà dei quali reclutati tra i detenuti delle carceri russe, subendo, però, pesanti perdite, come ha ammesso lo stesso Prigozhin. 

PUBBLICITÀ

La milizia è nata in seguito allo scioglimento, per una serie di scandali, degli "Slavonic Corps", un'altra compagnia militare privata che operava in Siria, offrendo servizi di sicurezza ai russi. 

Il nome "Wagner" è proprio quello del compositore tedesco Richard Wagner (1813-1993) e fu scelto dal suo primo leader, Dmitri Utkin, un ex ufficiale dell'intelligence militare del GRU, perchè così veniva chiamato in codice per la sua passione per l'estetica e l'ideologia nazista. 

La Wagner è stata impiegata per la prima volta durante la guerra nel Donbass (2014-2015), a sostegno delle forze separatiste filo-russe nel Donetsk e nel Lugansk.
Poi i mercenari hanno combattuto in Libia, Siria e Mali, fino all'invasione in Ucraina, cominciata il 24 febbraio 2022. 
Nei primi mesi di guerra, il gruppo Wagner avrebbe tentato più volte di organizzare l'assassinio del presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Putin invita i soldati della Wagner a entrare nei ranghi dell'esercito russo

Più soldi per l'Ucraina e... per l'Unione europea

Russia: 16 anni di carcere per spionaggio al giornalista statunitense del Wsj Evan Gershkovich