EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Segretario generale Nato: Mark Rutte verso la nomina, Orbán toglie il veto

L'ex premier dei Paesi Bassi Mark Rutte
L'ex premier dei Paesi Bassi Mark Rutte Diritti d'autore Omar Havana/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Omar Havana/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Di Maria Michela Dalessandro
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il mandato di Stoltenberg scade il prossimo primo ottobre e i 32 Stati membri della Nato devono eleggere il successore per consenso. Oltre a Mark Rutte, si è candidato anche il presidente romeno Klaus Iohannis

PUBBLICITÀ

"Con il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg abbiamo concordato che nessun membro del personale ungherese prenderà parte alle attività dell'Alleanza in Ucraina e nessun fondo ungherese sarà utilizzato per sostenerle". Le parole del primo ministro ungherese Viktor Orbán su X fanno da apripista all'accordo che potrebbe vedere il premier uscente olandese Mark Rutte alla guida dell'Alleanza Atlantica. "Il nostro prossimo passo questa settimana è stato quello di garantire che questo accordo possa resistere alla prova del tempo. Mark Rutte ha confermato il suo pieno sostegno e continuerà a farlo. Alla luce di questo impegno, l'Ungheria è pronta a sostenerlo alla guida della Nato", conclude Orbán.

Stoltenberg: Rutte è un candidato molto forte

La candidatura di Rutte è sostenuta anche dall'attuale segretario generale della Nato, il norvegese Jens Stoltenberg. "Con l'annuncio del primo ministro Orbán penso che sia ovvio che siamo molto vicini a una conclusione. Credo fermamente che l'Alleanza deciderà presto chi sarà il mio successore", ha affermato martedì Stoltenberg in una conferenza stampa insieme al segretario di Stato Usa Antony Blinken a Washington DC. Il mandato di Stoltenberg scade il prossimo primo ottobre e i 32 Stati membri della Nato devono eleggere il successore per consenso. Oltre a Rutte, si è candidato anche il presidente romeno Klaus Iohannis.

Rutte segretario generale della Nato, l'incognita della Romania

Rutte gode dell’approvazione della maggior parte degli alleati della Nato, compresi Stati Uniti e Germania. Dopo una prima opposizione da parte della Turchia, ad aprile il Paese ha fatto marcia indietro definendosi a favore della nomina del primo ministro olandese uscente.

Su Rutte rimane ancora l'incognita della Romania. "Sulla Nato ne parleremo di più domani. Presenterò le questioni al consiglio della difesa e poi all'opinione pubblica. Domani i media saranno informati", ha detto il presidente romeno Klaus Iohannis rispondendo a una domanda nella conferenza stampa al termine del colloquio a Bucarest con il presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La Nato investirà un miliardo di euro in intelligenza artificiale, robotica e tech

Il segretario della Nato Stoltenberg incontra Biden alla Casa Bianca, colloquio su Ucraina e difesa

Difesa: chi sarà il prossimo segretario generale della Nato