EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Islanda: la prima nave da crociera collegata alla rete elettrica di un porto

La nave da crociera risparmierà migliaia di litri di diesel
La nave da crociera risparmierà migliaia di litri di diesel Diritti d'autore EBU
Diritti d'autore EBU
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Per la prima volta in Islanda una nave da crociera è stata collegata alla rete elettrica di terra in porto per renderla autonoma dai motori a diesel necessari per far funzionare gli impianti elettrici a bordo durante le soste

PUBBLICITÀ

Una nave da crociera è stata collegata per la prima volta alla rete elettrica di terra a Miðbakka, nel porto di Reykjavík, in Islanda. Durante una sosta una grande imbarcazione turistica non viene spenta con un conseguente inquinamento ambientale e acustico: per alimentare i generatori e tenere funzionante gli impianti elettrici a bordo della nave vengono infatti utilizzati motori diesel.

Islanda: al via l'elettrificazione dei porti per ridurre l'inquinamento

Con l’elettrificazione dei porti si potrà ridurre l’inquinamento atmosferico e acustico causato dalle navi da crociera spesso attraccate per ore nel centro città. Ciò significa che le navi non avranno più bisogno di far funzionare i loro motori diesel per tenere accesi gli impianti elettrici a bordo. Collegando una nave da crociera alla rete elettrica di terra di un porto per dodici ore si potrebbero risparmiare dai sette agli ottomila litri di diesel.

La nave norvegese Fridtjof Nansen è solo la prima di una lunga serie di esperimenti che potrebbero aprire all'elettrificazione dei porti proprio per ridurre l'inquinamento.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cambio del clima e inquinamento, attivisti contro le navi da crociera

Navi da crociera e cambiamento climatico: Venezia può sopravvivere alle alte maree?

Islanda, nei cieli sopra il vulcano attivo visibile l'eclissi solare: poco dopo una nuova eruzione