Così il cambio dell'ora influisce sulla salute: sintomi e soluzioni

Il cambio dell'ora e le sue conseguenze sulla salute
Il cambio dell'ora e le sue conseguenze sulla salute Diritti d'autore M. SPENCER GREEN/AP
Di Jesús Maturana
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in spagnolo

Molti parlano del risparmio energetico che il cambio dell'ora produce, ma si parla poco di come influisce sulla salute e sui bioritmi. Se siete stanchi, irritabili, affaticati dal jetlag o non avete fame, potrebbe essere a causa del cambio dell'ora

PUBBLICITÀ

Ci sono stati molti studi su come lo spostamento degli orologi avanti di un'ora nell'ultimo fine settimana di marzo porti a un risparmio energetico, anche se molti esperti hanno recentemente affermato che il risparmio è trascurabile.

Tuttavia, gli studi su come influisce sul corpo, sul tempo necessario per adattarsi e sulle conseguenze che si noteranno oggi e nei prossimi giorni sono chiari.

È vero che nessuno studio è conclusivo sulle conseguenze di un brusco cambio d'orario sui ritmi circadiani, ma se avvertite uno dei seguenti sintomi, sappiate che non siete soli.

Secondo la Sleep Foundation, le persone dormono in media 40 minuti in meno il lunedì successivo all'entrata in vigore dell'ora legale, e questo ha delle conseguenze.

Sintomi ricorrenti dopo il cambio dell'ora primaverile

  • Difficoltà a dormiredi notte.
  • Sensazione di "jet-lag", stanchezza e/o affaticamento, anche se dormiamo, che riduce la nostra energia.
  • Sonnolenza diurna, dovuta al mancato riposo notturno.
  • Irritabilità.
  • Mancanza di attenzione e concentrazione.
  • Riduzione delle prestazioni intellettuali e fisiche.
  • Disregolazione della sensazione di fame, che può manifestarsi a orari improponibili o addirittura non manifestarsi affatto.

Perché si manifestano questi sintomi?

Da un punto di vista fisiologico, l'effetto più immediato di questo cambiamento di orario è un'alterazione della secrezione di melatonina.

Questo ormone regola la veglia e il sonno in base alla quantità di luce solare. Se c'è meno luce solare, viene prodotta più melatonina. Se le ore di luce solare sono più numerose, la sua produzione si riduce e la conseguenza diretta è che la funzione di induzione del sonno avviene più tardi.

Con il cambio dell'ora, il programma giornaliero o lavorativo non cambia, quindi dal punto di vista dell'orologio biologico ci svegliamo un'ora prima e interrompiamo la routine del sonno. Questo significa meno riposo.

Sueño
SueñoLUCA BRUNO/AP

Questo è simile all'effetto del jet-lag quando si vola tra Paesi con fusi orari diversi.

Pertanto, questa disregolazione nella secrezione di melatonina è sufficiente a far soffrire l'organismo e a far comparire stanchezza,affaticamento o addirittura irritabilità.

Le persone più colpite dal cambio dell'ora sono i bambini e gli anziani, più sensibili ai cambiamenti ormonali. Tuttavia, è solo questione di tempo prima che il corpo si adatti e si riprenda.

I medici avvertono che in meno di tre giorni il corpo adatta i suoi ritmi circadiani al nuovo orario.

Soluzioni e consigli per adattarsi rapidamente al cambiamento

  • Evitare le bevande alcoliche prima di andare a letto. L'alcol disturba il sonno e il riposo sarà di scarsa qualità, aggravando i sintomi del cambio dell'ora.
  • Stabilire una routine del sonno coerente. Cercate di andare a letto e svegliarvi ogni giorno alla stessa ora: è una questione di salute e vi prepara a questi cambiamenti di orario. Si consiglia di dormire almeno 7 ore il giorno prima e il giorno dopo il cambio dell'ora.
  • Modificate (se potete) il vostro orario di coricamento in modo graduale. Sarebbe opportuno adattare il cambio d'orario gradualmente nell'arco di due o tre giorni per attutire l'effetto.
  • Trascorrere del tempo all'aperto durante il giorno. La luce naturale è il grande motore dei nostri cicli circadiani. L'esposizione alla luce evita la sensazione di stanchezza durante il giorno e di notte il corpo genera melatonina per favorire il sonno.
  • Un mini-sonno per adattarsi. Molte persone si sentono prive di sonno e regolano rapidamente la mancanza di sonno con rapidi sonnellini di meno di 20 minuti nei giorni successivi al cambio dell'ora. Questo è utile se non si riesce a regolare gradualmente l'orario in cui ci si sveglia e si va a letto.
  • Non consumare caffeina prima di andare a letto. Evitare qualsiasi fonte di caffeina prima di andare a letto è utile come evitare le bevande alcoliche. Una quantità moderata di caffeina al mattino non ha effetti evidenti sulla qualità del sonno notturno.
  • L'assunzione di melatonina prima di andare a letto può funzionare. Tuttavia, secondo gli esperti non è consigliata in questi casi, a meno che non si soffra di insonnia.

Effetti collaterali e curiosità del cambio dell'ora

Molti studi si sono occupati del cambio dell'ora e dei suoi effetti sull'organismo e ci sono ancora molti interrogativi. Non esiste un rapporto di causa-effetto tra il cambio dell'ora e gli effetti, ma i dati statistici sono notevoli.

Un chiaro esempio sono gli studi che riportano un aumento degli infarti e degli ictus nei giorni successivi al cambio dell'ora primaverile (si dorme un'ora in meno), mentre il numero si riduce con il cambio dell'ora autunnale.

Esiste anche una correlazione simile e opposta con il tasso di suicidi e il numero di incidenti stradali.

Aumenta nei tre giorni successivi al cambio dell'ora autunnale e diminuisce nel cambio dell'ora primaverile a causa della variazione delle ore di luce.

Questi dati non sono né definitivi né generalizzabili e, come si legge su Sanitas, sono limitati a persone molto sensibili.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il cambio dell'ora permette davvero di risparmiare energia?

Messico, ecco il "flashmob del sonno" a Città del Messico

Usa, dimesso con successo il primo paziente a cui è stato trapiantato un rene di maiale