Estonia: accusa di corruzione, si dimette il ministro della Giustizia

Il ministro della Giustizia estone Kalle Laanet
Il ministro della Giustizia estone Kalle Laanet Diritti d'autore Associated Press
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

L'esponente del partito riformista al governo avrebbe affittato un appartamento a Tallinn dalla società del figliastro durante il suo mandato e si sarebbe fatto rimborsare le spese dallo Stato

PUBBLICITÀ

Il ministro della Giustizia estone Kalle Laanet si è dimesso per un'accusa di corruzione.
Avrebbe ricevuto aiuti statali per affittare un appartamento di proprietà del figliastro a Tallinn.

L'esponente del partito riformista al governo avrebbe affittato un appartamento a Tallinn dalla società del figliastro durante il suo mandato e si sarebbe fatto rimborsare le spese dallo Stato. Secondo i media locali, dal 2021 l'importo totale è stato di circa 12.000 euro.

"Per garantire la chiarezza giuridica e il funzionamento pacifico del governo, ho deciso oggi che non continuerò a ricoprire la carica di ministro della Giustizia", ha dichiarato Laanet.

Laanet nega le accuse. Dice di aver deciso di dimettersi per "proteggere i suoi parenti dagli attacchi pubblici". 

La prima ministra estone Kaja Kallas ha accettato le dimissioni di Laanet e ha espresso gratitudine per il servizio reso. Si prevede che il ministro rimanga in carica fino alla nomina di un sostituto da parte del Presidente Alar Karis.

Laanet è stata ministro della Difesa dell'Estonia per un anno, fino al 2022. È diventato ministro della Giustizia lo scorso aprile.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Russia, la prima ministra dell'Estonia Kallas tra i ricercati per i monumenti sovietici rimossi

L'Estonia espelle il capo della Chiesa ortodossa russa: sostiene la guerra, dovrà lasciare il Paese

Estonia, arrestato il prof russo: "È una spia al soldo di Mosca"