ARCO Madrid 2024: Cresce la Rappresentanza Femminile nell'Arte Contemporanea Internazionale

I visitatori passano davanti a un'installazione di Regine Schumann all'ARCO International Art Fair di Madrid, Spagna, mercoledì 6 marzo 2024
I visitatori passano davanti a un'installazione di Regine Schumann all'ARCO International Art Fair di Madrid, Spagna, mercoledì 6 marzo 2024 Diritti d'autore Bernat Armangue/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Bernat Armangue/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Sempre più artiste in mostra alla fiera di arte contemporanea ARCO Madrid 2024. Sostenibilità e potere i temi centrali. più di 200 gallerie con opere provenienti da tutto il mondo fanno dell’evento un punto d’incontro tra Europa e America Latina

PUBBLICITÀ

ARCO Madrid, il più grande evento d'arte commerciale della Spagna, ha inaugurato la sua 43esima edizione con un marcato incremento della presenza artistica femminile. Sebbene le donne rappresentino ancora meno della metà dei partecipanti, il 2024 registra un significativo miglioramento rispetto agli anni precedenti.

"Nell'ultimo anno, la presenza delle donne è davvero migliorata. Un dato molto significativo è che l'anno scorso la percentuale era del 37 per cento, quest'anno stiamo raggiungendo il 43 per cento," ha dichiarato Maribel López, direttrice di ARCO.

Nel 2018 solo il 19 per cento degli artisti presenti ad ARCO erano donne, indicando un progresso significativo nell'apertura a una rappresentazione più equa nel panorama artistico contemporaneo.

L'evento, noto anche come la International Contemporary Art Fair of Spain, offre uno spaccato di temi affrontati dagli artisti partecipanti, tra cui agricoltura, memoria, educazione, sostenibilità, violenza e potere. La diversità di formati espressivi è ben rappresentata dalle 205 gallerie presenti quest'anno.

Claudia Vives-Fierro, artista e collezionista, riflette sul cambiamento del panorama artistico: "Qualche anno fa quando venivi ti offrivano arte contemporanea e vedevi Picasso, Tapies, Miró e dicevi, beh, questo è contemporaneo perché il quadro c'è ma loro no. Ora invece penso che stiano dando voce agli artisti emergenti, a quelli a metà carriera e soprattutto alle artiste donne."

ARCO Madrid 2024 ospita una vasta rappresentanza internazionale, con circa il 65 per cento delle gallerie provenienti da tutto il mondo, confermando il suo ruolo come punto d'incontro tra Europa e America Latina.

L'evento, che si svolge nel quartiere fieristico Ifema di Madrid, è aperto agli operatori del settore nei primi giorni e sarà accessibile al pubblico a partire dall'8 marzo. La fiera è diventata un'importante piattaforma per collezionisti, musei rinomati e aziende private che parteciperanno ad acquisizioni e riconoscimenti artistici.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Spagna, la sinistra fa campagna elettorale sull'edilizia abitativa per conquistare i più giovani

Migranti, alle isole Canarie arrivano sempre più minori non accompagnati: si moltiplicano i centri

Barcellona: trattenuta nave da crociera con 1.500 passeggeri, 69 boliviani con visti Schengen falsi