Judo, Grand Slam 2024: trionfo azzurro a Tashkent con Manuel Lombardo

Oro a Tashkent per il judoka italiano Manuel Lombardo
Oro a Tashkent per il judoka italiano Manuel Lombardo Diritti d'autore Euronews
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Judo, seconda giornata del Grand Slam in Uzbekistan: -73 kg, l'italiano Manuel Lombardo si aggiudica l'oro contro Danil Lavrentev

PUBBLICITÀ

Siamo a Tashkent nella capitale dell'Uzbekistan per la seconda giornata del Grand Slam di judo.

All'interno dell'arena Humo, gli spettatori hanno assistito a una fantastica cerimonia di apertura: uno spettacolo scintillante di luci, danze, musica e canti della tradizione e cultura uzbeka. Prima dell'avvio della competizione, tutti gli spettatori hanno accolto in piedi le note dell'inno nazionale uzbeko.

Il direttore generale della Federazione internazionale di judo, Vlad Marinescu, si è congratulato con la Federazione uzbeka e ha dato il benvenuto a Otabek Umarov, vice presidente del Consiglio olimpico dell'Asia. Poi Adham Ikramov, ministro uzbeko dello Sport ha aperto ufficialmente l'evento.

Oro italiano di Manuel Lombardo

Nella categoria 73 kg l'italiano Manuel Lombardo ha vinto una gara combattuta con Danil Lavrentev, conquistando il primo posto a Tashkent.

Avvio in salita per l'azzurro del gruppo sportivo dell'Esercito, che ha però subito trovato la misura dell'avversario, costringendolo a subire tre shido, che hanno portato alla squalifica di Lavrentev per somma di penalità al golden score. 

Lombardo ha inanellato tre successi in carriera in un Grand Slam: torna adesso a vincere a un anno dal suo ultimo oro in questa competizione: un risultato di grande spessore che avvicina il judoka torinese alla qualificazione all'Olimpiade di Parigi. 

Le medaglie sono state consegnate da Otabek Umarov, vicepresidente del Consiglio olimpico dell'Asia.

"C'è tanta bella gente qui - ha dichiarato Lombardo - Mi sembra di essere nel sud dell'Italia ed è stato bello combattere. Lo ripeto, ho sentito davvero il calore della folla".

Agbegnenou, la scalata in vista delle Olimpiadi

Per la categoria 63 kg, il volto noto Clarisse Agbegnenou è scesa sul tatami per conquistare il suo 10° titolo del Grand Slam, questa volta contro Momo Tatsukawa. L'atleta francese ha improvvisato brillantemente per ottenere un arm-lock e battere così la sua avversaria. Questo risultato la catapulta nelle prime otto posizioni per le prossime Olimpiadi di Parigi.

A premiare la judoka è stato Shahrullo Mahmudov, vice ministro dello Sport della Repubblica dell'Uzbekistan.

"È stato davvero bello, la folla ha fatto il tifo per me. Credo che tutto sia stato perfetto - ha detto Agbegnenou - Anche il cibo era ottimo e festeggerò questa vittoria con il mio bambino".

Sugli scudi con la tedesca Butkereit e il belga Casse

Categoria 70 kg, la judoka tedesca Miriam Butkereit ha messo a segno un ippon contro la veterana francese Margaux Pinot. La medaglia le è stata consegnata da Armen Bagdasarov, capo arbitro della Federazione internazionale di judo.

Il numero 1 al mondo nella categoria 81 kg, M****atthias Casse, ha portato sul tatami tanta grinta e determinazione per vincere sul suo collega Shamil Borchashvili, medaglia di bronzo olimpica. Le medaglie sono state consegnate da Vladimir Barta, direttore sportivo della Federazione internazionale di judo.

Il pubblico locale invocava il successo dei judoka uzbeki e gli atleti non lo hanno deluso, dimostrando ancora una volta la loro abilità.

Domenica, Tashkent accoglie i pesi massimi, la conclusione perfetta di un grande evento!

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Judo, Grand Slam 2024 a Tashkent: finale d'oro in Uzbekistan

La rinascita dell'hockey su ghiaccio in Uzbekistan

Grand Slam di Antalya, il mondo del judo saluta la perla della Turchia