Islanda: si è conclusa l'eruzione del vulcano Fagradalsfjall

Eruzione in Islanda
Eruzione in Islanda Diritti d'autore Marco Di Marco/AP
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

È stata dichiarata conclusa l'eruzione del vulcano Fagradalsfjall non lontano dalla città di Grindavik. Secondo gli esperti si è assistito a un caso di magma ultraveloce

PUBBLICITÀ

Si è fermata l'eruzione del vulcano vicino a Grindavik. L'Ufficio meteorologico islandese ha dichiarato che il vulcano non è attivo da più di 24 ore e e che si è ufficialmente conclusa l'eruzione. Alcuni scienziati, tuttavia, sottolineano che l**'area potrebbe ancora mostrare una certa instabilità** e che potrebbero verificarsi alcune eruzioni nei prossimi mesi.

La lingua di lava ha raggiunto una lunghezza totale di 15 chilometri, sfondando la città e minacciando persino la famosa Laguna Blu, **un centro termale aperto e rinomata meta turistica.**Dopo alcuni giorni in cui la lava del vulcano ha divorato tutto ciò che incontrava, sull'isola è tempo di riorganizzare il personale per risolvere problemi come il rifornimento di acqua calda a Reykjanesbær e all'aeroporto internazionale di Keflavik.

Magma ultraveloce: molto diverso dalle precedenti eruzioni

La diga per cercare di contenere e dirigere la lingua di lava si è allungata e sta crescendo. I ricercatori hanno stabilito la velocità del flusso di magma verso la diga e, secondo le loro parole, non è solo veloce, ma ultraveloce.

Hanno stimato che il flusso di magma è di 7.400 metri cubi al secondo, che, per avere un'idea fisica di quanto sia in termini di distanza e volume, sarebbe come se tre piscine olimpioniche avanzassero ogni secondo. Dal 2021 ci sono state tre grandi eruzioni nella penisola di Reykjanes, dove si trova Grindavik. A confronto, in quelle occasioni il flusso di magma è stato trenta volte più lento.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Islanda: la lava raggiunge i tubi della centrale geotermica, in migliaia senza riscaldamento

Islanda, spettacolo di fuoco: dormiva da 800 anni, il vulcano continua a eruttare

Islanda, la lava del vulcano inghiotte le case a Grindavik