Roma, protesta di Ribellione animale: vernice su obelisco Flaminio

La protesta di Ultima Generazione in piazza del Popolo a Roma (1 febbraio 2024)
La protesta di Ultima Generazione in piazza del Popolo a Roma (1 febbraio 2024) Diritti d'autore Euronews Roma
Di Gabriele Barbati
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Nuovo attacco di Ribellione Animale. Due attivisti hanno lanciato della vernice in piazza del Popolo. Le forze dell'ordine intervenute sul posto hanno identificato i due come membri di una "branca di Ultima Generazione". È l'ennesima iniziativa del genere in Italia e in Europa

PUBBLICITÀ

Nuovo atto dimostrativo nel cuore di Roma, dove giovedì due attivisti di Ribellione Animale hanno imbrattato con vernice rossa e gialla la base e i due leoni dell'obelisco Flaminio nella centralissima piazza del Popolo.

I due attivisti, un uomo e una donna intorno ai trent'anni, hanno vandalizzato nella tarda mattinata il monumento e poi hanno srotolato uno striscione con su scritto: "Basta animali nei circhi".

La protesta è durata pochi minuti, attirando l'attenzione dei passanti alcuni inferociti per l'offesa al patrimonio pubblico, prima dell'intervento di una decina tra carabinieri e agenti in borghese e altrettante macchine parcheggiate all'interno della parte pedonale della piazza. 

Un'auto dei carabinieri ha infine portato via i due attivisti, già noti alle forze dell'ordine. Un agente ha definito i due come appartenenti a "una branca di Ultima Generazione".

 "Le attività circensi hanno le mani macchiate di sangue nel perpetrare questo sistema di sfruttamento, in cui gli animali non umani vengono esposti come oggetti. Ho scelto di far divenire il mio corpo e la mia voce uno strumento per denunciare le atrocità racchiuse all'interno dei tendoni" ha spiegato Laura, un'attivista di Ribellione Animale all'agenzia GEA.

Secondo l'attivista e alcuni post social il gesto segna il lancio della campagna di proteste "Kimba, Ruggiti di libertà".

Gli attacchi a Roma di Ultima Generazione nel 2023

Ribellione Animale ha condotto alcune iniziative a Roma e a Palermo lo scorso dicembre, sul finire di un anno che ha visto moltiplicarsi in Italia e in Europa gli attacchi del gruppo transnazionale per la lotta contro il cambiamento climatico, Ultima Generazione.

A Roma a gennaio 2023 un blitz degli attivisti aveva causato 40 mila euro di danni alla facciata di palazzo Madama, sede del Senato, dopo il lancio di vernice. 

Ad aprile era stato versato liquido nero nella fontana della Barcaccia a piazza di Spagna, un mese dopo stessa sorte per la Fontana di Trevi.

Sotto Natale si erano registrate invece numerose micro-iniziative, una delle tattiche utilizzate da altre sigle di attivisti, per esempio in Gran Bretagna. 

Tra queste il blocco di Ponte Mazzini e della via Salaria, l'irruzione a concerti all'Auditorium Parco della Musica e all'Accademia di Santa Cecilia e durante una messa al Pantheon.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Milano, Gucci non pulirà l'albero imbrattato da Ultima Generazione: "Sia di riflessione"

Ultima generazione, bloccati gli aeroporti di Dusseldorf e Amburgo

Germania: Ultima Generazione come organizzazione criminale? Il via all'indagine