EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Grecia, le nuove frontiere dell'intelligenza artificiale

Persone riflesse in una finestra di un hotel sulla Davos Promenade durante il World Economic Forum di Davos in Svizzera (15 gennaio 2024)
Persone riflesse in una finestra di un hotel sulla Davos Promenade durante il World Economic Forum di Davos in Svizzera (15 gennaio 2024) Diritti d'autore Markus Schreiber/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Markus Schreiber/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Di Symela TouchtidouEuronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Educazione, medicina, filologia: le nuove frontiere dell'intelligenza artificiale secondo gli esperti del Mit riuniti in Grecia. Euronews li ha intervistati

PUBBLICITÀ

Stop alle malattie più letali, una migliore istruzione per tutti e vantaggi per le aziende. L'intelligenza artificiale sta già cambiando le nostre vite e in un modo mai visto.

Al primo evento EmTech Europe organizzato in Grecia dal Massachusetts Institute of Technology (Mit), Euronews ha intervistato i protagonisti di questa rivoluzione, che potrebbe partire dall'educazione con la nuova piattaforma edX.

"Con edX abbiamo lanciato una suite di strumenti per l'istruzione chiamata _Expert._Si tratta di una chatbox che può aiutare gli studenti a trovare l'apprendimento giusto per loro" ha spiegato a Euronews Anant Agarwal, professore di ingegneria elettrica e informatica al Mit. 

"Presto l'intelligenza artificiale insegnerà agli studenti. Combinata con la vera intelligenza degli esseri umani, lo farà ancora meglio" assicura Agarwal.

L'altra frontiera è la medicina e il futuro delle terapie sempre più personalizzate. L'intelligenza artificiale potrebbe dare un contributo fondamentale contro due grande malattie del nostro tempo: il cancro e le demenze di tipo Alzheimer.

"L'intelligenza artificiale è coinvolta nello sviluppo di farmaci e nella ricerca di nuove medicine. Questa ricerca si basa sulla comprensione del 'linguaggio' utilizzato per codificare la funzione di ogni proteina e la sua struttura in 3D" illustra a Euronews Manolis Kellis, responsabile del gruppo di biologia computazionale del Mit. 

Meno immaginabile, forse ma non meno importante, la prospettiva che coinvolge i testi antichi

"Volevo dimostrare al mondo che l'intelligenza artificiale può essere un catalizzatore anche in settori come gli studi classici. E siamo riusciti a farlo attraverso la nostra sperimentazione di Ithaca" dice Yannis Assael, ricercatore presso Google DeepMind. "Gli storici e i ricercatori che hanno utilizzato la rete Ithaca hanno ottenuto risultati migliori".

Il futuro dell'intelligenza artificiale e il suo enorme impatto, tuttavia, vanno regolamentati per garantirne un giusto utilizzo. Lo scorso anno l'Unione europa è stata una pioniera in tal senso, dotandosi delle regole varate nell'AI Act.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Mwc 2024: Microsoft aprirà ad altri Paesi l'accesso ai modelli AI

Intelligenza artificiale, l'Ue approva la prima normativa al mondo

L'Europa che voglio: educazione civica e democrazia, cosa farei da europarlamentare