EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

L'Ucraina anticipa il Natale ortodosso per andare contro la Russia

L'Ucraina si prepara a festeggiare un Natale insolito
L'Ucraina si prepara a festeggiare un Natale insolito Diritti d'autore ASSOCIATED PRESS
Diritti d'autore ASSOCIATED PRESS
Di Gabriele Barbati
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

A luglio il governo di Kiev aveva deciso di cambiare la data tradizionale del 7 gennaio. Per la prima volta si vedono alberi di Natale e un presepe nella cattedrale ortodossa di Odessa. Zelensky alla nazione: "Festeggiamo tutti uniti, nello stesso giorno"

PUBBLICITÀ

Per la prima volta nella cattedrale ortodossa di Odessa i fedeli si preparano a celebrare il Natale il 25 dicembre. Due abeti inusuali stanno ai lati dell'altare, il simbolo di una sfida alla Russia che dal campo di battaglia e della diplomazia è arrivata nelle chiese.

Lo scorso luglio infatti il governo di Kiev ha deciso di cambiare la data tradizionale del Natale ortodosso secondo il calendario giuliano, il 7 gennaio, per anticiparla al 25 dicembre previsto da quello gregoriano, seguito dalla Chiesa romana e dalla maggior parte del mondo. 

Le notti prima di Natale sono le più lunghe dell'anno. Ma la giornata ha già cominciato ad allungarsi e la luce ha cominciato a prevalere. La luce diventa più forte. Giorno dopo giorno, l’oscurità si ritira. Il male sarà sconfitto. Per la nostra vittoria. Per la nostra Ucraina.

"Oggi tutti gli ucraini sono insieme. Celebriamo tutti il Natale, nella stessa data, come una grande famiglia, come una nazione, come un Paese unito. E oggi la nostra preghiera comune sarà più forte che mai" ha detto domenica il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, in un video messaggio alla nazione.

A Odessa, ma anche a Kiev e nell'Ucraina occidentale, la popolazione ha accolto con entusiasmo le feste anticipate. In una processione della vigilia, a Leopoli, la gente ha dato vita a canti e balli portando in corteo il didukh, una decorazione di grano che simboleggia il sacrificio. 

Anche la terza confessione ortodossa del Paese, la Chiesa greco-cattolica ucraina, ha deciso di anticipare le celebrazioni natalizie, mentre la denominazione che fa capo al Patriarcato di Mosca ha rifiutato il cambio di data.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Al via le celebrazioni del Natale ortodosso: perché cade il 7 gennaio

Lapponia: inizia il viaggio di Babbo Natale

Guerra in Ucraina: almeno 9 morti e 29 feriti nel raid russo a Kryvyj Rih, la città di Zelensky