EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Bonino, dopo Giulia riflettori spenti sulla violenza sulle donne

Al via la campagna 'Ora tocca a noi' con i sindaci
Al via la campagna 'Ora tocca a noi' con i sindaci
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 15 DIC - "Finita la commozione che ha scosso tutto il Paese sul caso di Giulia Cecchettin mi pare che si spengano i riflettori" sul tema della violenza contro le donne "senza nemmeno ricordare che da allora almeno altri cinque sono stati i nuovi femminicidi". Lo ha sottolineato Emma Bonino nel corso della conferenza stampa online per presentare, insieme al sindaco di Milano, Giuseppe Sala, la campagna 'Ora tocca a noi', per sensibilizzare e responsabilizzare gli uomini sulla loro violenza nei confronti delle donne. Una campagna che parte dal coinvolgimento dei sindaci delle città italiane di colore diverso. Emma Bonino ha ricordato i nomi delle ultime donne vittime di femminicidio e in particolare quello di Vincenza Angrisano, uccisa ad Andria dal marito dopo essere stata prima anche al pronto soccorso e essersi rivolta alle forze dell'ordine. "Sono contenta che i sindaci abbiano preso questa responsabilità pubblica - ha concluso Bonino -. Ora tocca a noi, anzi tocca a voi fare la vostra parte". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Fao, "733 milioni di persone hanno sofferto la fame nel 2023"

Hubert Védrine: "Le democrazie rappresentative sono in crisi"

Le notizie del giorno | 24 luglio - Serale