Putin vola negli Emirati e in Arabia Saudita, guerre e petrolio al centro degli incontri

Il presidente russo Vladimir Putin insieme a Mohammed bin Zayed Al Nahyan
Il presidente russo Vladimir Putin insieme a Mohammed bin Zayed Al Nahyan Diritti d'autore Captura de vídeo de AFP
Di Maria Michela D'Alessandro
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Vladimir Putin ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti, e a Riad, in Arabia Saudita, per una missione lampo nella regione che non visitava dal 2019. Domani atteso al Cremlino il presidente iraniano Ebrahim Raisi

PUBBLICITÀ

Visita lampo negli Emirati Arabi Uniti e in Arabia Saudita per il presidente russo Vladimir Putin. Primo viaggio, confermato soltanto ieri dal Cremlino, nella penisola arabica dall'inizio del conflitto in Ucraina. Per il leader russo si tratta del terza missione all'estero da quando è stato emesso a suo carico un mandato d'arrestoda parte della Corte penale internazionalein seguito all'invasione dell'Ucraina. L'ultima visita di Putin negli Emirati Arabi Uniti e in Arabia Saudita risale all'ottobre 2019. 

L'aereo presidenziale russo è stato scortato da quattro caccia Sukhoi Su-35 durante l'intero volo fino ad Abu Dhabi. Dopo la tappa negli Emirati Arabi Uniti, Putin ha incontrato  a Riad, in Arabia Saudita il principe ereditario Mohammed bin Salman.

Per l'occasione gli aerei dell'aeronautica degli Emirati Arabi Uniti hanno dipinto in cielo i colori della bandiera russa in onore del presidente russo ad Abu Dhabi. Putin e il presidente emiratino Mohammed bin Sultan Al Nahyan si sono poi spostati al Palazzo Qasr Al Watan.

Al centro dell'incontro la partnership economica ed energetica tra le due potenze. "Le relazioni tra Russia ed Emirati Arabi Uniti - ha commentato il leader del Cremlino - hanno raggiunto un livello senza precedenti", al punto che la monarchia del Golfo è diventata il maggiore investitore nell'economia russa tra tutti i Paesi del Medio Oriente. Soltanto lo scorso anno, ha ricordato Putin, "gli investimenti degli Emirati nei settori non petroliferi russi sono più che raddoppiati rispetto all'anno precedente".

Ad Abu Dhabi Putin non ha discusso solo di scambi commerciali, ma anche delle possibili evoluzioni della guerra in Ucraina e del conflitto israelo-palestinese. 

Il numero uno del Cremlino ha anche ringraziato Mohammed bin Zayed Al Nahyan per gli sforzi compiuti dal suo Paese in campo ambientale.

Oggi negli Emirati Arabi Uniti è in corso uno dei più importanti forum internazionali sul clima, la Cop28. Si stanno sintetizzando i primi risultati degli accordi di Parigi
Vladimir Putin
Presidente Federazione Russa

Il presidente russo ha sottolineato che la delegazione russa è molto coinvolta nei lavori della conferenza, augurando all'omologo emiratino di avere successo con la Cop28

Putin ha poi raggiunto l'Arabia Saudita, dove ha incontrato il principe ereditario Mohammed bin Salman, partner di Mosca nell’ambito dell’accordo Opec+, utile alla Russia e ai principali produttori di petrolio per fissare il prezzo del greggio - l’intesa è rimasta in vigore malgrado l’invasione dell’Ucraina. 

Giovedì atteso a Mosca Raisi

Il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha confermato anche che giovedì, il giorno dopo le visite di Putin in Arabia Saudita e negli Emirati, il presidente riceverà al Cremlino l'omologo iraniano, Ebrahim Raisi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Putin visita i nuovi sottomarini nucleari: "Presto in funzione nel Pacifico"

Nuova via della seta, "Più cooperazione per le sfide globali" Putin incontra Xi a Pechino

Morte di Navalny, la madre vede il corpo: "Vogliono che seppellisca mio figlio in segreto"