Bomba da 500 libbre fatta brillare nel Ravennate

Operazioni concluse, 80 le persone evacuate
Operazioni concluse, 80 le persone evacuate
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 03 DIC - Si sono concluse nel pomeriggio le operazioni di brillamento della bomba da 500 libbre della seconda guerra mondiale rinvenuta in un podere agricolo a Casale di Brisighella, nel Ravennate. L'ordigno è stato posto in sicurezza da un team di specialisti dell'8/o Reggimento Genio Guastatori Paracadutisti dell'Esercito: dopo avere svuotato l'ordigno dall'esplosivo (122 chili di tritolo), lo hanno fatto brillare per recuperare la bomba che era in ottime condizioni per essere repertata. Le operazioni, coordinate dalla Prefettura di Ravenna e dal Comando Forze Operative Nord dell'Esercito erano iniziate stamattina presto con l'evacuazione di 80 persone e la chiusura della Provinciale Brisighella se, riaperta dopo alcune ore. La bomba è stata portata in un luogo sicuro (cava Soglia) e qui è avvenuto in condizioni di sicurezza l'intervento di estrazione che ha richiesto oltre tre ore; infine è avvenuto il brillamento. Oltre 100 operatori sono stati impegnati tra militari, volontari, forze dell'ordine e polizia locale, vigili del fuoco, croce rossa militare. Il centro per seguire le operazioni, era stato allestito dall'unione della Romagna Faentina a Casale in un'azienda locale, il tutto sotto il coordinamento della Prefettura ravennate. Il Prefetto Castrese De Rosa ha ringraziato "questo imponente dispositivo per la professionalità e l'impegno profuso in una giornata festiva". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Svizzera: referendum per la riforma delle pensioni, urne aperte

Gaza: proteste a Tel Aviv e Gerusalemme, attesa la reazione di Hamas per il cessate il fuoco

Missili Taurus a Kiev, Mosca intercetta ufficiali tedeschi: è polemica