Marmi del Partenone a Londra, gelo tra Grecia e Regno Unito

Il premier greco Kyriakos Mitsotakis durante la trasmissione della Bbc sulla tv britannica sui marmi del partenone al British museum
Il premier greco Kyriakos Mitsotakis durante la trasmissione della Bbc sulla tv britannica sui marmi del partenone al British museum Diritti d'autore JEFF OVERS/AFP
Di Ilaria Cicinelli
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Atene non ha nascosto il suo disappunto dopo che l'incontro tra Sunak e Mitsotakis è stato annullato all'ultimo minuto. In un'apparizione sulla Bbc il premier greco ha sollevato la questione dei marmi del Partenone conservati al British museum, chiedendone la restituzione e irritando Londra

PUBBLICITÀ

La Gran Bretagna non ha intenzione di restituire i marmi del Partenone alla Grecia. Una disputa diplomatica tra Atene e Londra è scoppiata lunedì quando il Regno Unito ha annullato un incontro programmato per il 28 novembre tra il primo ministro Rishi Sunak e il suo omologo greco Kyriakos Mitsotakis

Questa sarebbe stata l'occasione per il premier greco di riaprire la questione sulla restituzione dei reperti storici di Atene conservati al British Museum di Londra. Una richiesta che la Grecia porta avanti ormai da decenni. 

Nella tarda serata di lunedì Mitsotakis ha rilasciato una dichiarazione per esprimere il suo  disappunto "per il fatto che il primo ministro britannico abbia cancellato il nostro incontro, poche ore prima del suo svolgimento".

Mitsotakis ha riferito che "la Grecia e la Gran Bretagna sono legate da tradizionali vincoli di amicizia e la portata delle nostre relazioni bilaterali è molto ampia", ma ha sottolineato che le posizioni della Grecia sulla questione delle sculture del Partenone sono ben note.

Mitsotakis deluso

Atene chiede da tempo la restituzione delle sculture che furono prelevate dalla Grecia dal diplomatico britannico Lord Elgin all'inizio del XIX secolo. Le sculture, che originariamente ornavano il tempio del Partenone sull'Acropoli, risalente a 2500 anni fa, sono state esposte al British Museum per più di due secoli.

Bbc: I greci non hanno mantenuto la promessa di non sollevare la questione delle sculture del Partenone, dice il Downing Street

Circa la metà delle opere in marmo si trova a Londra, mentre il resto si trova in un museo appositamente costruito sotto l'Acropoli di Atene. In un'apparizione alla televisione britannica domenica scorsa, Mitsotakis ha paragonato la separazione delle sculture al taglio a metà della Gioconda. Un'osservazione che ha irritato Londra.

"Speravo di avere l'opportunità di discuterne con il mio omologo britannico, insieme alle principali sfide internazionali attuali: Gaza, Ucraina, cambiamento climatico e immigrazione" ha aggiunto Mitsotakis, dicendo anche in riferimento alla retromarcia di Sunak che "chi crede che le sue posizioni siano fondate e giuste non ha mai paura di impegnarsi in un dibattito".

Londra aveva quindi proposto a Mitsotakis di incontrare il vice primo ministro Oliver Dowden al posto di Sunak ma la Bbc ha riferito che il leader greco ha declinato l'invito.

La linea dura di Londra

La restituzione delle opere alla Grecia è vietata per legge da una norma ad hoc approvata anni fa a Westminster, il British Museum Act. I dirigenti del museo hanno cercato di trovare un compromesso con i funzionari greci. Una proposta avanzata da Londra prevedeva un prestito a lungo termine ma Atene ha rifiutato, ritenendo la presenza dei marmi a Londra frutto di un furto. In quest'ottica il Regno Unito non avrebbe il diritto di prestare i reperti.  

I marmi sono stati acquisiti legalmente all'epoca
Max Blain
Portavoce del primo ministro del Regno Unito

Downing street ha però adottato una linea dura, replicando ad Atene che i marmi "sono stati acquisiti legalmente all'epoca e ora sono di proprietà degli amministratori del museo. Sosteniamo questa posizione e non abbiamo intenzione di cambiare la legge che la regola", ha dichiarato il portavoce di Sunak, Max Blain.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La Grecia centrale quattro mesi dopo la tempesta Daniel: gli effetti devastanti delle alluvioni

Regno Unito, inchiesta Covid: l'ex premier Boris Johnson chiede scusa ai familiari delle vittime

Uk, ritorna a sorpresa David Cameron agli Esteri: tira aria di crisi per il governo Sunak