EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

La Romania costruisce rifugi al confine con l'Ucraina

frame
frame Diritti d'autore EVSROTVR
Diritti d'autore EVS
Di euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Mobilitati 50 militari che realizzeranno due rifugi nel paesino di Plauru al confine con l'Ucraina

PUBBLICITÀ

In Romania l'esercito ha cominciato a costruire rifugi di cemento armato per la popolazione di Plauru, il piccolo villaggio in provincia di Tulcea nel quale qualche giorno fa sono stati ritrovati i resti di due droni russi. Il ministero della Difesa ha fatto sapere che "i rifugi hanno una lunghezza di 9.6 metri, un'altezza di 1.5 e una larghezza di 2". 

Plauru si trova di fronte al porto ucraino di Izmail e per la costruzione dei rifugi sono stati mobilitati circa 50 soldati.

Bucarest ha deciso di rafforzare le misure di sicurezza dopo i ripetuti attacchi russi contro i porti e le infrastrutture ucraine sul Danubio.

Nel frattempo un elicottero delle Forze armate romene ha ritrovato in provincia di Tulcea frammenti che potrebbero provenire da un drone, dopo l'attacco russo della scorsa notte sempre contro i porti ucraini sul Danubio. 

La notizia è stata confermata dal ministero della Difesa. Si tratta del terzo episodio avvenuto negli ultimi giorni.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ucraina, Zelensky ringrazia la comunità ebraica e annuncia: aperto a Kiev ufficio della Cpi

Romania, clima impazzito: brusco calo delle temperature, dai 22 ai meno 2 gradi

Romania, la dimora di re Carlo III riapre al pubblico come spazio culturale: al centro l'ambiente