Zanzare positive al virus Usutu a Oristano, primo caso del 2023

Si attende conferma da Istituto zooprofilattico di Teramo
Si attende conferma da Istituto zooprofilattico di Teramo
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ORISTANO, 28 AGO - Un gruppo di zanzare è risultato positivo al virus Usutu, un'infezione aviaria parente della Febbre del Nilo, nell'area dell'ospedale San Martino ad Oristano. E' stato l'Istituto Zooprofilattico della Sardegna a comunicarlo alla Asl 5 di Oristano. I campioni di zanzare positivi saranno ora inviati al centro di referenza nazionale dell'Istituto Zooprofilattico sperimentale di Teramo per la conferma. "La situazione è sotto controllo - assicura Maria Valentina Marras, direttrice del Servizio di igiene e sanità pubblica della Asl 5 - per i cittadini rimangono valide le stesse precauzioni da adottare, già comunicate per prevenire i contagi del virus della Febbre del Nilo". Il Servizio di igiene e sanità pubblica ha inviato al Comune di Oristano una proposta di ordinanza per avviare tutte le misure di prevenzione e controllo ed evitare un'ulteriore diffusione del virus ed eventuali contagi all'uomo. E' la prima volta nel 2023 che il virus, meno pericoloso per l'uomo rispetto alla West Nile, viene rilevato nell'Oristanese. "La malattia da virus Usutu - spiega la Asl - può causare nell'uomo forme asintomatiche, forme influenzali e, nei casi più gravi, ma molto rari, meningo-encefaliti". Per quanto riguarda la prevenzione "l'azione più importante rimane eliminare le raccolte d'acqua stagnante, dove si sviluppano le larve delle zanzare - precisa Marras -, con operazioni di bonifica ambientale e impiego di prodotti larvicidi. Occorre quindi svuotare di frequente l'acqua presente nei sottovasi dei fiori, ciotole per gli animali, secchi ed altri contenitori; tenere i contenitori per l'acqua (comprese le piscinette per i bambini), in posizione tal da non creare ristagni; sistemare pneumatici, materiali di scarto o di risulta in modo da evitare raccolte di acqua stagnante". E ancora: "Utilizzare, con moderazione, repellenti cutanei; indossare quando si è all'aperto indumenti di colore chiaro che coprano la maggior parte del corpo; applicare le zanzariere alle finestre e alle porte di ingresso; in caso di presenza di zanzare in ambienti interni, vaporizzare spray". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Orban apre la campagna elettorale di Fidesz: "In Ucraina Bruxelles gioca col fuoco"

Iran-Israele, il conflitto è diretto: il pericolo di missili, raid e arsenali nucleari

New York, uomo si dà fuoco davanti al tribunale del processo a Donald Trump