EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Il "Convoglio dell'acqua" è arrivato a Parigi: manifestazione ambientalista sotto la Torre Eiffel

Sotto la Torre Eiffel. (Parigi, 26.8.2023)
Sotto la Torre Eiffel. (Parigi, 26.8.2023) Diritti d'autore AFP
Diritti d'autore AFP
Di Cristiano TassinariEuronews - AFP
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Una protesta contro il progetto del governo francese di costruire mega-serbatoi d'acqua per gli agricoltori, contro la siccità. I manifestanti denunciano un "accaparramento" di acqua da parte dell'agroindustria, proprio nel momento peggiore del cambiamento climatico

PUBBLICITÀ

Il "Convoglio dell'acqua" è arrivato a Parigi: la manifestazione ambientalista, partita il 18 agosto scorso dal villaggio di Lezay, nella regione della Nuova Aquitania, è approdato proprio di fronte alla Torre Eiffel.

Le associazioni ambientaliste stanno protestando da tempo contro i piani del governo francese di istituire mega-serbatoi d'acqua per aiutare gli agricoltori a far fronte alla siccità estiva. 
I manifestanti sostengono che il governo dovrebbe, viceversa, incoraggiare pratiche agricole di conservazione delle risorse. 

I mega-bacini hanno lo scopo di immagazzinare l'acqua a cielo aperto prelevata dalle falde acquifere superficiali in inverno, per irrigare le colture in estate, quando le precipitazioni sono scarse, per non dire scarsissime.

I sostenitori dei mega-serbatoi ne fanno una condizione indispensabile per la sopravvivenza delle aziende agricole, di fronte alla minaccia di siccità ricorrenti.
Gli oppositori denunciano un "accaparramento" di acqua da parte dell'agroindustria, proprio ai tempi del cambiamento climatico.

Dopo aver manifestato a Champ de Mars, il corteo, composto da un migliaio di persone a piedi o in bicicletta, si è poi diretto verso Montreuil, a est di Parigi, dove si tiene un festival ambientale.

Tra le associazioni ambientaliste, si segnalano gli attivisti del collettivo "Bassines, Non Merci! De la Confédération Paysanne et des Soulèvements de la Terre".

Occupazione!

Il "Convoi de l'eau", da giovedì, si era accampato davanti alla sede dell'Agenzia dell'Acqua Loire-Bretagne a Orléans, annunciando l'intenzione di restare lì fino a quando non otterrà ottenuta una moratoria sui progetti di bacino che contestano.

Mentre una parte del "Convoglio" si è recata a Parigi per manifestare pacificamente, una delegazione composta da una dozzina di membri, venerdì pomeriggio, è stata ricevuta da Sophie Brocas, Prefetto della regione Centro-Valle della Loira e coordinatrice del bacino.

L'attenzione del "Convoglio dell'acqua" si è focalizzata, venerdì, nel sito di ritenzione idrica di Priaires (nel dipartimento di Deux-Sèvres). Secondo gli organizzatori, nei giorni scorsi su questo sito sono state installate delle griglie, indicando secondo loro l'imminente inizio dei lavori per i mega-bacini.

La prossima manifestazione - hanno fatto sapere le associazioni ambientaliste - si svolgerà a Niort l'8 settembre, in occasione del processo contro nove attivisti di movimenti ambientalisti e sindacali accusati di aver organizzato manifestazioni vietate.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Dallo scarico al boccale: a San Francisco la birra prodotta con acque reflue contro la siccità

Francia: il "Convoglio dell'acqua" degli ambientalisti contro i mega serbatoi anti-siccità

VivaTech 2024: l'AI al centro dell'attenzione alla fiera tecnologica francese