EventsEventiPodcast
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Scade l'ultimatum in Niger. Ecowas userà la forza?

Image
Image Diritti d'autore SOULEYMANE AG ANARA/AFP or licensors
Diritti d'autore SOULEYMANE AG ANARA/AFP or licensors
Di Alberto De Filippis
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Ci sono alcuni paesi contrari all'intervento, mentre la giunta nigerina chiede aiuto ai paramilitari di Wagner

PUBBLICITÀ

Quasi 30.000 sostenitori del golpe in Niger si sono riuniti in uno stadio della capitale, Niamey. La manifestazione ha luogo mentre scade il termine fissato dalla Comunità economica degli Stati dell'Africa occidentale (ECOWAS) perché si ripristini la legalità costituzionale o affrontare un possibile intervento armato.

I golpisti fanno la loro comparsa al raduno dello stadio dove, secondo le agenzie, è stato decapitato, tra applausi, un galletto decorato con i colori dell'ex colonizzatore francese. la giunta ha contattato Wagner per assistenza mentre recideva i legami di sicurezza con Parigi.

Alcuni cittadini esultano e altri temono il futuro. Dice Mohamed Noali, residente a Niamey: “Vogliamo la pace, nessuna aggressione da parte di paesi stranieri contro un altro paese. Siamo fratelli e quelli qui sono normali cittadini. Anche solo (poterci permettere) di mangiare è un problema per noi. Quindi, se c'è una guerra che non risolverà nulla. Ecco perché siamo venuti qui".

Il Senato della Nigeria ha respinto il piano Ecowas, esortando sabato il presidente nigeriano, attuale presidente del blocco, a esplorare opzioni diverse dall'uso della forza.

L'Algeria e il Ciad, non membri di ECOWAS con forti forze armate nella regione, hanno affermato di opporsi all'uso della forza o di non volere un intervento militare. Mali e Burkina Faso - entrambi gestiti da governi golpisti giunte - hanno affermato che l'intervento sarebbe anche contro anche di loro.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il Niger preoccupa la Commissione europea

Niger, le forze russe entrano nella stessa base militare delle truppe statunitensi

I soldati francesi lasciano il Niger: il trionfo della giunta militare del generale Tchiani