EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Kevin Spacey assolto dalle accuse di violenza sessuale. La sentenza nel giorno del suo compleanno

Kevin Spacey
Kevin Spacey Diritti d'autore AP Photo/Alberto Pezzali
Diritti d'autore AP Photo/Alberto Pezzali
Di Ilaria Cicinelli
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Si conclude a Londra il calvario dell'attore, che in sei anni ha dovuto affrontare due processi per le accuse di violenza sessuale. Già a New York era stato giudicato innocente nel 2017

PUBBLICITÀ

La giuria londinese ha assolto  Kevin Spacey dalle accuse di violenza sessuale questo mercoledì 26 luglio, dopo un processo durato quattro settimane. L'attore ha dichiarato di essere una persona "che flirta molto", ma di aver avuto solo rapporti consensuali con gli uomini. L' unico passo falso che ha ammesso sarebbe stato quello di toccare i genitali di un uomo mentre faceva una "mossa maldestra". 

Spacey, che ha compiuto 64 anni lo stesso giorno, ha dovuto affrontare nove accuse, tra cui molteplici capi d'accusa di molestie e violenze sessuale.

Tre uomini hanno accusato il vincitore dell'Oscar di averli palpeggiati aggressivamente all'inguine. Spacey ha detto di non ricordare invece un quarto incidente che gli sarebbe stato contestato, avvenuto a una piccola festa in una casa che aveva affittato in campagna. Ma ha ammesso di aver toccato in quell'occasione l'inguine di un uomo che aveva incontrato in un pub durante una notte di grandi bevute. Ha aggiunto inoltre di aver frainteso l'interesse dell'uomo nei suoi confronti e di aver probabilmente fatto un passo maldestro.

Tutti gli uomini hanno detto che il contatto era indesiderato, ma Spacey ha testimoniato che il giovane attore e un altro uomo avevano partecipato volontariamente ad atti consensuali. Ha detto che l'affermazione di un terzo uomo secondo cui avrebbe afferrato le sue parti intime come un impressionante "cobra", dietro le quinte di un teatro era "pura fantasia".

L'accusa e la difesa

Il procuratore Christine Agnew ha invece dichiarato ai giurati che Spacey sarebbe un bullo che prende ciò che vuole quando vuole. A suo dire sarebbe stato protetto da tre fattori: sapeva che gli uomini difficilmente si sarebbero lamentati; che non sarebbero stati creduti se si fossero lamentati; e che se si fossero lamentati, non sarebbe stato preso alcun provvedimento perché lui era potente
Molti degli uomini hanno dichiarato di essere stati perseguitati dagli abusi subiti e di non riuscire a guardare i film di Spacey.

L'avvocato difensore Patrick Gibbs ha affermato che tre degli uomini erano bugiardi e che gli incidenti erano stati "reinventati con un tocco sinistro". Ha accusato la maggior parte di loro di essere saliti su un "carrozzone" nella speranza di arricchirsi, viste le modalità con cui sono fioccate le denunce. 

Gli uomini si sono fatti avanti dopo che l'attore americano Anthony Rapp, noto per la sua partecipazione in "Star Trek: Discovery", ha accusato Spacey di un episodio di aggressione sessuale, mentre il movimento MeToo si diffondeva sempre più, nel 2017. Le accuse si riferivano però a un episodio che sarebbe avvenuto quasi di tre decadi fa. L'anno scorso una giuria di New York ha rapidamente scagionato Spacey, si trattava di una causa da 40 milioni di dollari. 

FREDERIC BROWN/AFP
Kevin Spacey vince l'OscarFREDERIC BROWN/AFP

Una brillante carriera messa a dura prova

Le accuse risalgono al periodo compreso tra il 2001 e il 2013 e includono un periodo in cui Spacey - dopo aver vinto gli Oscar per "I soliti sospetti" e "American Beauty" - era tornato al teatro, il suo primo amore. Per la maggior parte di quel periodo è stato direttore artistico dell'Old Vic Theatre di Londra.

L'attore aveva le lacrime agli occhi sul banco dei testimoni mentre descriveva lo sconvolgimento emotivo e finanziario che le accuse statunitensi hanno portato, e la valanga di critiche che ne sono seguite sui social media.

"Il mio mondo è esploso", ha testimoniato Spacey. "C'è stata una corsa al giudizio e prima che la prima domanda venisse posta o potessi rispondere ho perso il mio lavoro, ho perso la mia reputazione, ho perso tutto nel giro di pochi giorni".

Spacey è stato cacciato dalla celebre serie "House of Cards". Le sue scene in "Tutti i soldi del mondo" sono state cancellate ed è stato sostituito da Christopher Plummer. A parte alcuni piccoli progetti, da sei anni non lavora quasi più come attore.

Spacey aveva visto il caso londinese come un'occasione di riscatto, dichiarando il mese scorso alla rivista tedesca Zeit che c'erano persone pronte ad assumerlo nel momento in cui fosse stato scagionato  dalle accuse a Londra.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Donald Trump condannato per abusi sessuali, ma non stupro

Parlamento europeo, l'ex attore Alexis Georgoulis accusato di molestie sessuali

Usa: Andrew Cuomo si è dimesso dopo le molteplici accuse di molestie sessuali