EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Germania, il piano del governo per attirare manodopera qualificata

Il governo considera la nuova norma "un grande passo avanti per la Germania"
Il governo considera la nuova norma "un grande passo avanti per la Germania" Diritti d'autore JOHANNES EISELE/AFP
Diritti d'autore JOHANNES EISELE/AFP
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La Germania, attraverso una nuova normativa, punta a rispondere al problema della mancanza di manodopera qualificata in numerosi settori

PUBBLICITÀ

Il Parlamento tedesco ha approvato venerdì un piano attraverso il quale si punta ad attirare più lavoratori qualificati nella principale economia europea. Contribuendo così a risolvere il problema della carenza di manodopera, sempre più sentito in un numero crescente di professioni.

Il "sistema a punti" mutuato dal Canada

I deputati hanno approvato la normativa con 388 voti a favore (contro 234 contrari e 31 astensioni). Il testo prevede un "sistema a punti" che tiene conto dell'esperienza professionale e di altri fattori, sulla falsariga di meccanismi già utilizzati da Paesi come il Canada. Il testo semplificherà le regole di ingresso per gli specialisti in tecnologie dell'informazione che non sono laureati ma hanno altre qualifiche.

I richiedenti asilo arrivati prima del 29 marzo e in possesso di qualifiche e di un'offerta di lavoro potranno ottenere un permesso di soggiorno come professionisti se ritireranno la domanda di asilo. I lavoratori altamente qualificati potranno portare in Germania anche i loro parenti, purché siano in grado di sostenerli economicamente.

La mancanza di manodopera in Germania

Da anni la nazione europea è d'altra parte alle prese con la necessità di attrarre un maggior numero di lavoratori qualificati dai Paesi extracomunitari. Secondo gli esperti, il sistema economico ha bisogno di circa 400mila immigrati qualificati all'anno, a causa dell'invecchiamento della forza lavoro.

L'agenzia nazionale del lavoro ha spiegato all'inizio di giugno che 200 delle circa 1.200 professioni prese in esame hanno registrato carenze di manodopera lo scorso anno, rispetto alle 148 dell'anno precedente. Tra i settori che si sono aggiunti all'elenco figurano i trasporti pubblici, i servizi per alberghi e ristoranti e il comparto della carpenteria metallica.

Altre professioni per le quali la Germania fatica a trovare lavoratori sono l'assistenza infermieristica, l'assistenza all'infanzia, l'industria edile e la tecnologia automobilistica. Ma mancano anche a camionisti, architetti, farmacisti e specialisti di tecnologie dell'informazione.

L'opposizione conservatrice critica il piano

"La carenza di manodopera qualificata è considerata uno dei maggiori freni alla crescita economica in Germania", ha dichiarato ai parlamentari la ministra degli Interni Nancy Faeser. Secondo la quale la nuova normativa rappresenta "un passo avanti enorme per il futuro del nostro Paese".

Andrea Lindholz, deputata conservatrice d'opposizione, ha criticato il piano. Dal suo punto di vista, esso porterà soprattutto all'ingresso di persone poco qualificate, permetterà ai migranti che dovrebbero partire di restare e ridurrà i requisiti legati alla conoscenza della lingua tedesca. A suo avviso, si tratta di "incentivi per l'immigrazione illegale in Germania".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Afd in ascesa: prima vittoria "distrettuale" in Germania per il partito di ultra-destra

Berlino, bilaterale Germania-Cina. Scholz: "La Cina continui a non fornire armi alla Russia"

Maxi investimento di Intel per la produzione di chip in Germania