EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Afd in ascesa: prima vittoria "distrettuale" in Germania per il partito di ultra-destra

Robert Sesselman, il primo amministratore distrettuale AfD in Germania.
Robert Sesselman, il primo amministratore distrettuale AfD in Germania. Diritti d'autore FERDINAND MERZBACH/AFP
Diritti d'autore FERDINAND MERZBACH/AFP
Di Ansa
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il risultato ha destato scalpore, ma è necessario definire i contorni del "Miracolo Blu": il distretto di Sonneberg è il più piccolo della Germania, gli aventi diritti al voto erano appena 48.000 e l'affluenza è stata del 59,6%. Ma il piccolo-grande trionfo dell'AfD preoccupa la Germania

PUBBLICITÀ

Lo hanno definito "Blaue Wunder", il "Miracolo Blu", dal colore-simbolo del movimento.

AlternativefürDeutschland (AfD), partito tedesco di estrema destra, strappa la prima vittoria in un ballottaggio locale, in Turingia, dove Robert Sesselmann si è imposto, diventando il primo Landrat, ovvero presidente di un distretto rurale, a Sonneberg.

Un risultato che ha destato scalpore nella Repubblica federale, dove in tanti guardano con apprensione alla avanzata del partito di Tino Chrupalla e Alice Weidel, in corsa nei sondaggi anche a livello federale.

Il candidato dell'AfD, Sesselmann, ha ottenuto il 52,8% dei voti contro il 47,2% del conservatore Jurgen Koepper, della CDU. E questo nonostante quest'ultimo avesse raccolto i consensi degli altri partiti.
"È solo l'inizio", ha commentato trionfante Tino Chrupalla. "Noi convinciamo le maggioranze con la nostra politica nell'interesse dei cittadini. E così porteremo avanti una svolta positiva".

Sonneberg ha vissuto il suo miracolo blu: Robert Sesselmann è il primo AfD amministratore distrettuale in Germania. Congratulazioni e grazie a tutti i sostenitori e votanti: tutti hanno fatto la storia oggi!

Proprio nei giorni scorsi il partito aveva annunciato di voler presentare un candidato Cancelliere alle prossime elezioni federali, nel 2025. E, del resto, i sondaggi mostrano che l'ultradestra, in Germania sorvegliata dai servizi interni per le sue posizioni 
estremiste, sta raccogliendo forti consensi. 
Negli ultimi rilevamenti, AfD ha raggiunto il 19-20%, sorpassando addirittura i socialdemocratici (SPD) di Olaf Scholz, al 18%, e piazzandosi al secondo posto dopo i conservatori della CDU-CSU.

Cinquant'anni, avvocato, Sesselmann, che era risultato in vantaggio al primo turno l'11 giugno, ha vinto con una campagna elettorale che ha messo al centro temi molto sentiti dalla cittadinanza, soprattutto nell'Est della Germania: come la lotta all'inflazione, l'opposizione alla svolta sui termosifoni ecologici voluta dai Verdi e l'aumento dei rifugiati in arrivo in Germania.

Il ministro dell'Interno della Turingia, Georg Maier (SPD) ha commentato la vittoria dell'AfD come "un segnale di allarme per tutte le forze democratiche", chiamate adesso a "mettere da parte gli interessi di partito per difendere la democrazia".

Il successo di Afd in questo Land è particolarmente insidioso per gli altri partiti, dal momento che si tratta della regione del controverso Björn Höcke, leader del partito a livello locale, recentemente denunciato per aver utilizzato una formula chiaramente nazionalsocialista - "Tutto per la Germania!" - durante un comizio.
Solo l'ultima di una lunga serie di uscite che fanno catalogare l'ex insegnante di storia come un vero e proprio estremista.

Il Landkreis di Sonneberg è il più piccolo della Germania e gli aventi diritti al voto erano 48.000. La partecipazione al voto è stata del 59,6%.
Pur essendo avvenuta solo in una piccola realtà rurale e molto conservatrice, la vittoria di Afd , a dieci anni dalla sua fondazione, viene considerata una svolta nella vita politica tedesca. E un segnale da prendere molto sul serio.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Germania, il piano del governo per attirare manodopera qualificata

Pochi farmaci e stipendi troppo bassi: in Germania è allarme farmacie

Gli europei di calcio non faranno uscire l'economia tedesca da anni di stagnazione