EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Strage discoteca: pm chiede 12 anni per ottavo della banda spray

Difesa: 'Lui non era nemmeno a Corinaldo'
Difesa: 'Lui non era nemmeno a Corinaldo'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ANCONA, 30 MAR - La Procura di Ancona ha chiesto una condanna a 12 anni per l'ottavo membro della banda dello spray, Riccardo Marchi, 24 anni, bolognese, che avrebbe agito alla discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo, la notte tra il 7 e l'8 dicembre 2018, insieme ad altri sette ragazzi, tutti della Bassa Modenese, spuzzando una sostanza urticante per creare confusione e mettere a segno dei furti di colane e monili. Nella calca però morirono schiacciati cinque adolescenti e una mamma di 39 anni. Sei componenti sono stati condannati in via definitiva dalla Cassazione, a pene che vanno da 12 anni e 6 mesi a 10 anni, il settimo è morto in un incidente stradale prima del processo. La richiesta da parte dei pubblici ministeri Valentina Bavai e Paolo Gubinelli è arrivata questa mattina, a conclusione della requisitoria della pubblica accusa, davanti alla gup Francesca De Palma. Per l'imputato, assente in aula, si procede con il rito abbreviato come chiesto dalla sua difesa, l'avvocato Cristiano Prestinenzi. A Marchi sono contestate le stesse accuse degli altri membri della banda del peperoncino ad esclusione dell'associazione a delinquere: omicidio preterintenzionale plurimo, furto, rapina e lesioni. Una richiesta "eccessiva" secondo il difensore Prestinenzi, che sostiene che il suo assistito "non non era a Corinaldo quella sera". L'udienza è stata rinviata al 22 maggio. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cosa ha causato il crollo del ristorante Medusa a Maiorca?

Cosa pensano i georgiani della nuova legge sull'influenza straniera?

Ilaria Salis a processo senza catene a Budapest: giudice rivela indirizzo dove sconta i domiciliari