I giovani in piazza in sciopero per i diritti della Francia

I giovani in piazza in sciopero  per i diritti della Francia
Diritti d'autore euronews
Diritti d'autore euronews
Di Anelise Borgeseuronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

I giovani possono permettersi di scioperare a lungo e non intendono fare passi indietro contro le decisioni del governo macron. Nei giorni scorsi molti arresti e la tensione non si allenta.

PUBBLICITÀ

Perché tanti giovani si oppongono alla riforma pensionistica di Macron?

Per molti giovani di tutto il mondo, la pensione è un'idea astratta. Di fronte a problemi come il riscaldamento globale e la disoccupazione, la generazione Z ha già abbastanza da fare per iniziare a pensare alle pensioni.

Da quando, a gennaio, il presidente francese Emmanuel Macron ha annunciato il progetto di innalzare l'età pensionabile da 62 a 64 anni, le manifestazioni contro la riforma hanno attraversato tutta la Francia. E i giovani sono sempre più in prima linea.

La nostra inviata Anelise Borges è andata a Parigi per capire perché.

euronews
Un momento delle manifestazionieuronews

Mentre alcuni giovani sono preoccupati per la riforma di Macron, molti dicono di essere scesi in piazza per esprimere un senso di malcontento più generale.

Romane, una studentessa di 21 anni, ha detto ad Anelise: "Siamo contro tutte le politiche del governo. [...] La posta in gioco è molto più ampia [della riforma]".

"C'è un parallelo con il maggio 68 [le proteste], perché nel 1968 avevamo un vecchio presidente, De Gaulle, che contava per la vecchia generazione, ma non per quella giovane. E lo stesso vale per Emmanuel Macron: è il presidente dei vecchi".
Philippe Moreau-Chevrolet
L'analista politico

Il 59,2% dei giovani tra i 18 e i 24 anni ha votato per Macron al secondo turno delle elezioni presidenziali del 2022, ma il 41% di questa fascia di età non ha votato affatto. Non dobbiamo inoltre dimenticare coloro che l'anno scorso non avevano l'età per votare.

euronews
l'esperto analista commenta le manifestazioni di piazzaeuronews

Molti giovani manifestanti credono anche di difendere il loro diritto di influenzare il processo decisionale del governo. Per approvare la sua riforma, il presidente Macron ha aggirato il parlamento ricorrendo all'articolo 49.3 della Costituzione francese, una mossa che gli oppositori considerano una minaccia alla democrazia. Sebbene il governo affermi che il suo approccio era legittimo e necessario, alcuni ritengono che Macron stia diventando sempre più autocratico.

È anche vero che i giovani, per lo più senza un lavoro a tempo pieno e con una famiglia, spesso hanno meno da perdere quando manifestano. Detto questo, man mano che le manifestazioni anti-riforma diventano più violente, la posta in gioco aumenta. A Parigi, Anelise ha parlato con diversi giovani manifestanti che sono stati messi sotto custodia dalla polizia.

Il diciottenne Solal le ha detto: "Mi hanno preso e colpito. Il loro obiettivo è ovviamente quello di scoraggiarci.  Ma questo non dovrebbe accadere".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Francia, dodicesima giornata di mobilitazione contro la riforma delle pensioni

La Francia è alla sua quinta Repubblica: la crisi delle pensioni potrebbe introdurre la sesta?

Europee, i conservatori francesi fanno campagna elettorale sull'immigrazione al confine italiano