EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Dalla Russia in Argentina per partorire: boom di truffe

Un numero crescente di donne russe incinte vola in Argentina per partorire per ottenere la cittadinanza per i loro bambini
Un numero crescente di donne russe incinte vola in Argentina per partorire per ottenere la cittadinanza per i loro bambini Diritti d'autore Lionel Grandclement / Euronews
Diritti d'autore Lionel Grandclement / Euronews
Di Gael Camba& Bohdan Budka
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Indagine di Euronews sul "turismo dei bambini", fenomeno esploso dopo l'invasione russa dell'Ucraina

PUBBLICITÀ

Olga si chiede se riuscirà a integrarsi nella società locale. Nastya vuole sapere se altre mamme in attesa viaggeranno a giugno oltre a lei. Valentina è preoccupata di vivere lontana dal suo paese e delle difficoltà di lavorare da remoto.

Olga, Nastya e Valentina sono solo tre delle numerose donne russe che hanno postato le loro domande su forum di riferimento per il "turismo dei bambini", un fenomeno in crescita da quando il Cremlino ha avviato l'invasione dell'Ucraina nel febbraio 2022.

Da allora, secondo le autorità, migliaia di giovani russe sono volate in Sud America, specialmente in Argentina, dove non hanno bisogno di visto per entrare e dove ai loro bambini è garantito un passaporto straniero meno restrittivo.

La rotta Mosca-Buenos Aires rappresenta per le future madri anche il modo più semplice per acquisire la cittadinanza locale. Ma inizia a preccupare la vastità del fenomeno, dopo che un volo della Ethiopian Airlines è atterrato a febbraio con 33 donne russe incinte a bordo.

Un'inchiesta di Euronews ha scoperto la rete di agenzie di viaggio e di servizi di supporto russi che fanno pagare fino a 35.000 dollari (32.840 euro) alle donne incinte, facendo loro false promesse che secondo gli avvocati equivalgono ad attività criminali.

"Il secondo passaporto più veloce al mondo per i genitori!"

Le aziende di proprietà russa in genere pubblicizzano l'Argentina come "il secondo passaporto più veloce al mondo per i genitori". I loro servizi hanno un costo tutt'altro che indifferente.

RuArgentina è un sito web che offre informazioni e assistenza alle donne russe interessate ad andare a partorire in Argentina.

Euronews
La prima pagina del sito RuArgentina mostra un pinguino con un passaporto argentinoEuronews

Al costo di 100 dollari (94 euro) si può avere una consulenza telefonica in cui porre domande sul funzionamento; costa invece 5.500 dollari (5.187 euro) l'accesso al pacchetto "Economy Class" che include incontri con i medici e alcuni documenti per il bambino.

Ed è qui che gli avvocati affermano che vengono spacciate informazioni false e che le famiglie russe vengono raggirate.

Il sito di RuArgentina promette infatti "la cittadinanza per i genitori immediatamente dopo la nascita del bambino" in Argentina e afferma che "non c'è bisogno di vivere nel paese per ottenere la cittadinanza". Queste due affermazioni, sostengono i legali, sono entrambe false.

Secondo Christian Rubilar, avvocato che ha rappresentato diverse donne russe nei loro casi per ottenere la cittadinanza, RuArgentina induce in errore le persone in cerca della cittadinanza.

Spiega a Euronews di aver sporto denuncia contro la RuArgentina come organizzazione criminale perché "promette di ottenere la cittadinanza per i genitori, anche se te ne vai (dall'Argentina) e non ci torni più. Questo non è assolutamente vero".

"Credo che dovremmo parlare di organizzazioni criminali perché questi non sono studi legali, non sono agenzie di viaggio", afferms Rubilar a Euronews.

Euronews
Screenshot tradotto della prima pagina di RuArgentina che dà false informazioni su come ottenere la cittadinanzaEuronews

Approfondendo i contenuti di RuArgentina si trovano informazioni più accurate sul procedimento di cittadinanza argentina, ma la "vetrina" del sito che pubblicizza i servizi dell'agenzia è palesemente fuorviante.

Euronews ha contattato il fondatore dell'azienda, Kirill Makoveev, uomo d'affari russo che vive in Argentina dal 2014, ma ha rifiutato di rispondere alle domande, citando un'indagine di polizia in corso sulle sue operazioni commerciali.

"Un business milionario e una rete illecita"

Le autorità argentine stanno combattendo l'industria del "turismo dei bambini": a febbraio ci sono stati raid della polizia in diversi luoghi di Buenos Aires.

Sono state avviate indagini penali su diverse società, tra cui RuArgentina, afferma l'avvocato Christian Rubilar.

Tuttavia, nonostante i problemi legali, RuArgentina sta ancora pubblicizzando i suoi servizi fuorvianti per le donne russe; inoltre non sono stati imposti nuovi controlli sui visti dei passeggeri russi che vogliono entrare in Argentina.

PUBBLICITÀ

Rubilar spiega che tutto questo è dovuto alla Costituzione che protegge chiunque desideri vivere in Argentina; e cambiare la Costituzione sarebbe un processo lungo.

"L'Argentina ha una storia e una legislazione che abbraccia i migranti che scelgono di viverci, in cerca di un futuro migliore. Ciò non significa che le organizzazioni di tipo mafioso possano fare soldi offrendo il passaporto a persone che non vogliono vivere nel nostro paese".

Nel frattempo, il quotidiano argentino La Nación fa sapere che da dicembre è in corso un'altra inchiesta per indagare su un "business milionario e una rete illecita" gestita da una coppia russa sposata: Ruslan Yuslashev ed Elena Kuklina.

I due sono sospettati di aver consegnato documenti falsi per ottenere la cittadinanza argentina a tempo di record a cittadini russi. Secondo quanto riferito, la polizia ha trovato una grande quantità di denaro e sequestrato laptop e telefoni a casa della coppia.

Perché le russe vogliono andare a partorire in Argentina?

Non c'è dubbio su quanto sia più prezioso un passaporto argentino rispetto a uno russo, soprattutto dopo le sanzioni imposte (anche sui viaggi) dalla comunità internazionale alla Russia.

Le leggi sull'immigrazione consentono ai russi di entrare in Argentina e di stabilircisi senza visto. I bambini nati sul suolo argentino beneficiano dell'assistenza sanitaria gratuita e automaticamente anche della cittadinanza: ecco perché è più facile ottenere la cittadinanza anche per i genitori.

PUBBLICITÀ

Un passaporto argentino consente l'ingresso in 171 paesi senza visto: un'opzione molto interessante, mentre un passaporto russo consente viaggi senza visto solo in 87 paesi.

Le autorità per l'immigrazione hanno vietato a sei russe incinte di entrare in Argentina a febbraio, dicendo che avevano falsamente dichiarato di essere turiste, ha spiegato Florencia Carignano, direttore nazionale per la migrazione a una tv locale.

"I medici qui costano meno", dice Alya Lykhina, una russa arrivata in Argentina nel maggio 2022.

"È bello e non è così difficile ottenere documenti. Il processo è molto chiaro."

Aleksei e sua moglie Dina hanno avuto la loro figlia Emilia in Argentina lo scorso giugno. Sono entusiasti della qualità dell'assistenza sanitaria e del loro futuro passaporto argentino "ma non era questo il vero motivo per cui ci siamo trasferiti dalla Russia", dice. "La vera ragione era la guerra".

Negli ultimi tre mesi sono entrate nel paese 5.819 donne in procinto di partorire
Florencia Carignano
Direttore nazionale per la migrazione in Argentina

Dal gennaio 2022, più di 10.500 donne russe incinte sono entrate nel paese, secondo le stime.

PUBBLICITÀ

"I numeri sono aumentati negli ultimi mesi", ha detto a una tv locale Florencia Carignano, direttore nazionale per la migrazione in Argentina.

"Negli ultimi tre mesi sono entrate 5.819 donne che stavano per partorire".

Non serve spendere soldi

Non tutte le coppie russe che vanno in Sud America per avere un bambino usano questi controversi servizi di agenzia di viaggi.

"Non abbiamo usato nessuna di queste agenzie", dice Anatolyy, volato a Buenos Aires con la moglie Irina, incinta di nove mesi.

"Non capiamo perché le persone utilizzino questo tipo di servizi dato che i russi possono venire in Argentina senza visto e rimanerci 90 giorni", dice a Euronews.

PUBBLICITÀ

I russi non hanno bisogno di spendere un sacco di soldi per venire in Argentina e fare domanda per ottenere la cittadinanza; anche con un avvocato, i costi si aggirerebbero intorno al 10% della somma che fanno pagare le agenzie.

Anatolyy e Irina sono stati in grado di gestire quasi tutto da soli, "l'unica difficoltà è stata trovare un appartamento - conclude il marito - Ora siamo in un hotel e aspettiamo il bambino in qualunque momento".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Stati Uniti, donna con doppio utero partorisce due gemelli

L'Argentina protesta contro la povertà e l'inflazione: cosa fa il presidente Fernández?

Russia: le sanzioni affondano anche il mondo dello sport