EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Terremoto in Turchia e Siria: continuano le ricerche dei sopravvissuti sotto le macerie

Un miracolo si è compiuto: una donna è stata estratta viva dalle macerie nella città turca di Diyarbakir. (7.2.2023)
Un miracolo si è compiuto: una donna è stata estratta viva dalle macerie nella città turca di Diyarbakir. (7.2.2023) Diritti d'autore AP/IHA
Diritti d'autore AP/IHA
Di Cristiano TassinariIlaria Federico - Agenzie internazionali
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Migliaia di vittime e centinaia di palazzi distrutti, nella zona colpita dal terremoto di lunedì, al confine tra Turchia e Siria. Per i siriani, già martoriati da quasi 12 anni di guerra, il terremoto sta causando ulteriori sofferenze

PUBBLICITÀ

Sale ancora il bilancio delle vittime del terremoto. Soccorritori alla ricerca dei sopravvissuti.

Una notte di ricerche

Tutta la notte sono continuate le ricerche sotto le macerie - da parte dei soccorritori - dei sopravvissuti alle scosse di terremoto che lunedì hanno devastato la zona al confine tra Turchia e Siria.

Già dalle prossime ore è previsto l'arrivo di molti aiuti internazionali, provenienti da numerosi Paesi del mondo, compresi quelli dell'Unione europea, gli Stati Uniti, la Russia e l'Ucraina.

Le ultime notizie aggiornate in tempo reale

Una delle scosse più forti mai registrate in Turchia

Il primo terremoto, di magnitudo 7.8 ha colpito lunedì notte il sud-est della Turchia, al confine con la Siria, ed è stato avvertito in diverse aree del Medio Oriente.
È stato seguito, alcune ore dopo, da una seconda scossa, di magnitudo 7.5.

Secondo i sismologi, la prima delle due scosse è stata una delle più forti mai registrate in Turchia. 

Siria senza pace

Molti delle migliaia di feriti sono stati trasportati negli ospedali di Istanbul, mentre personale di ricerca e salvataggio, vigili del fuoco e medici continuano a lavorare nella zona colpita, insieme a circa 3.500 militari.

Decine di migliaia di senzatetto in Turchia e nel nord della Siria hanno dovuto sopportare una notte al freddo. Molti si sono rifugiati nei centri commerciali o in un convento vicino ad Aleppo, in Siria.

Per i siriani, già martoriati da quasi 12 anni di guerra, il terremoto sta causando ulteriori terribili sofferenze.

Ghaith Alsayed/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Un'immagine straziante. (Provincia di Idlib, 6.2.2023)Ghaith Alsayed/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Devastanti scosse di terremoto in Turchia e Siria

Mitsotakis e Erdogan ad Ankara: continuano i colloqui per normalizzare i rapporti tra i Paesi

Turchia, incidente in funivia: un morto e sette feriti, passeggeri bloccati per circa un giorno