Papa, gente senza etica strumentalizza morte Ratzinger

"Mondo in autodistruzione, pronto a incontrare Putin e Zelensky"
"Mondo in autodistruzione, pronto a incontrare Putin e Zelensky"
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - AEREO PAPALE, 05 FEB - Il Papa lascia l'Africa e in particolare due Paesi insanguinati, per ragioni diverse, dalla guerra. In Congo e in Sud Sudan ha visto la tragedia umanitaria legata a decenni di conflitti e quindi, con lo sguardo al pianeta intero, lancia un allarme: "Il mondo è in autodistruzione, fermiamoci in tempo" perché se si asseconda "l'escalation non sai dove vai a finire". Il riferimento è all'Ucraina ma non solo. Francesco cita Siria, Yemen, Myanmar e i tanti conflitti in America Latina. Il Pontefice - che ha incontrato i giornalisti insieme all'arcivescovo di Canterbury, Justin Welby, e al Moderatore della Chiesa di Scozia, Iain Greenshields - non si sottrae alle domande sui veleni in Vaticano e dice che "la morte di Benedetto è stata strumentalizzata". Torna a parlare anche di omosessualità e dice che è "un peccato" condannare i gay. Infine annuncia i suoi prossimi viaggi: Lisbona e Marsiglia ma nei suoi desideri c'è anche la Mongolia, forse a fine settembre, e l'India il prossimo anno. Il Papa - mentre le grandi potenze sono inviano armi in Ucraina e pensato di rafforzare i loro arsenali - torna a condannare il commercio di armi e "l'escalation", con la quale si va "di bomba in bomba e non si sa dove va a finire". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Come viene visto l'attacco a Israele in Iran?

Vendetta, geopolitica e ideologia: perché l'Iran ha attaccato Israele

Gaza, Hamas rifiuta la proposta israeliana di cessate il fuoco e difende Teheran: Attacco meritato