Lula, l'ultimo omaggio a Pelé

Access to the comments Commenti
Di Cristiano Tassinari  & Euronews World - Ansa - Agenzie internazionali
Il presidente Lula sorregge il viso della vedova di Pelè, Marcia Aoki. (Santos, 3.1.2022)
Il presidente Lula sorregge il viso della vedova di Pelè, Marcia Aoki. (Santos, 3.1.2022)   -   Diritti d'autore  Andre Penner/Copyright 2023 The AP. All rights reserved

Uno degli ultimi a rendere omaggio a Pelé, prima della fine della veglia, è stato il presidente brasiliano Luiz Inácio Lula da Silva, 77 anni.

Entrato ufficialmente in carica come presidente domenica a Brasilia, Lula è arrivato a Santos - città della Stato di San Paolo - in elicottero. Prima di soffermarsi qualche minuto davanti alla bara di Pelé, il presidente ha salutato la moglie del calciatore, Marcia Aoki, e i figli presenti, porgendo loro le condoglianze di un intero Paese.

Andre Penner/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Lula allo stadio "Vila Belmiro". (Santos, 3.1.2023)Andre Penner/Copyright 2023 The AP. All rights reserved

Allo stadio Vila Belmiro di Santos, da lunedi mattina decine di migliaia di persone hanno tributato l'ultimo saluto a "O Rei"

La veglia è terminata alle 10 del mattino brasiliano, le ore 14 in Italia.
Il corteo funebre accompagnerà Pelé al Memoriale della Necropoli Ecumenica, l'ormai celebre cimitero "verticale" affacciato sullo stadio, passando di nuovo davanti alla casa di Donna Celeste, 100 anni, la mamma di Pelè, per i funerali riservati alla famiglia.

Edson Arantes do Nascimiento, morto il 29 dicembre 2022 all'età di 82 anni, verrà sepolto accanto al padre João Ramos do Nascimiento (1917-1996), calciatore conosciuto come "Dondinho".

Pubblicità, tesoretto ed eredità

Pelé era semplicemente…Pelé. 
Molto di più di uno sportivo, molto di più di un fuoriclasse: un’icona per il suo Brasile e per tutto il mondo. Ma anche un perfetto “uomo immagine” e imprenditore di se stesso – come si dice oggi sui social -, all’avanguardia assoluta per quei tempi (anni ’60-70-80).
Dopo aver appeso le scarpe al chiodo, Pelé ha commercializzato e “sfruttato” al meglio la sua immagine, nonostante i guadagni siano stati molto inferiori rispetto a quelli dei personaggi sportivi "sponsorizzati" dei giorni nostri.

Proprio nei giorni della veglia funebre allo stadio “Vila Belmiro”, lo stadio del “suo” Santos, il quotidiano spagnolo AS ha calcolato i guadagni di Pelé e l’eredità lasciata alla sua famiglia: la cifra ammonta intorno a circa 115 milioni di dollari.

Matias Delacroix/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Un bacio per Pelé. (Santos, 3.1.2022)Matias Delacroix/Copyright 2023 The AP. All rights reserved

L’eredità verrà suddivisa tra i vari figli.
Pelè, infatti, ha avuto due figlie, Cristina e Jennifer Kelly, e un figlio, l’ex portiere Edinho, dalla sua prima moglie, Rosemeri Cholbi. Dalla seconda moglie, Assiria Seixas Lemos, ha invece avuto due gemelli Joshua e Celeste. Un’altra figlia, Flávia Christina Kurtz Nascimento è nata invece fuori dal matrimonio, in quanto frutto della relazione con la giornalista Lenita Kurtz. C’era poi una settima figlia, Sandra Arantes, morta prematuramente nel 2006.

Una parte dell’eredità andrà anche all’attuale moglie, Marcia Aoki, che lo ha assistito giorno e notte fino alla morte, avvenuta a 82 anni all’ospedale Albert Einsten di San Paolo del Brasile, in seguito ad un tumore al colon diagnosticato nel settembre 2021.

La maggior parte dei guadagni Pelé li ha accumulati con la pubblicità. 

“Non sono diventato ricco con il calcio, come fanno i giocatori di oggi. Guadagnavo con la pubblicità quando ho smesso di giocare, ma non ho mai voluto pubblicizzare tabacco, alcol, politica e religione”.
Edson Arantes do Nascimiento, "Pelé" (1940-2022)
Andre Penner/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Adeus, O Rei. (Santos, 3.1.2022)Andre Penner/Copyright 2023 The AP. All rights reserved

Stando al sito specializzato Playersbio, durante la sua carriera da calciatore Pelé avrebbe guadagnato in totale 15 milioni di dollari, 6 dei quali che gli sarebbero stati garantiti dai New York Cosmos (in cui giocarono anche Beckenbauer, Chinaglia e molti altri). A questi, andrebbero aggiunti circa 14 milioni derivanti da contratti di sponsorizzazione con marchi come Puma, Hublot e Volkswagen. Ma chi non ricorda - anche in Italia - il famoso spot del deodorante Brut 33, dove Pelé diceva: “Quando faccio una cosa, mi piace farla bene”? Indimenticabile,

Negli anni, oltre ad aver recitato nel celeberrimo film "Fuga per la Vittoria", Pelé è stato oggetto di film e documentari a lui dedicati (come il più recente “Pelé – Birth of a Legend, del 2016), oltre ad essere nominato ambasciatore per le Nazioni Unite e dichiarato “Tesoro nazionale” del Brasile.

Matias Delacroix/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Para todo sempre, Pelé. (Santos, 3.1.2022)Matias Delacroix/Copyright 2023 The AP. All rights reserved

Importanti guadagni sono arrivati anche dalle sue autobiografie, diventati veri e propri best-seller, investendo poi in splendide proprietà, che con il tempo hanno aumentato il loro valore.

Nonostante questa ricchezza immensa, dal 2008 Pelé riceveva pure una pensione dell’equivalente di quasi 1.000 euro al mese, in quanto ex atleta professionista.

Come detto, il suo patrimonio netto è stimato a 115 milioni di dollari, un “tesoretto” niente male, che lo pone, però, lontanissimo anni luce dalle attuali star del pallone – da Cristiano Ronaldo e Messi, passando per Ibrahimovic e Neymar – nella classifica dei calciatori più ricchi al mondo.