Pelé, veglia al "Vila Belmiro" di Santos. Infantino: "Stadi intitolati a Pelé in tutto il mondo"

Access to the comments Commenti
Di Cristiano Tassinari  & Euronews Sport
Pelé, para todo sempre.
Pelé, para todo sempre.   -   Diritti d'autore  AFP TV

Lo stadio "Vila Belmiro" di Santos, città dello Stato di San Paolo del Brasile, piange per Pelé (1940-2022).

Dopo il corteo funebre - partito nella notte dall'ospedale Albert Einstein di San Paolo e passato anche sotto casa di Donna Celeste, 100 anni, la mamma di Pelé (che ancora non sapeva della morte del figlio) - dalle 10 di lunedì mattina, ora locale, le 14 in italia, decine di migliaia di brasiliani - martedì arriverà anche il presidente Lula - stanno porgendo a Pelé l'ultimo saluto, proprio al centro del campo.

Il "suo" stadio, il "suo" Santos

È stato il "suo" stadio, il Santos è stata la "sua" squadra, quando il giovane Edson Arantes do Nascimento - già campione del mondo (in Svezia, 1958) a nemmeno 18 anni - si è trasformato in Pelé, "O Rei".

La bara con le spoglie del tre volte campione del mondo, trasportata da addetti, dal figlio di Pelé, Edinho - che è l'allenatore di un club della Serie B brasiliana (il Londrina) - e dall'ex numero 10 del Santos, Zé Roberto, è stata collocata al centro del campo di calcio, dove è stata installata una apposita struttura coperta.

Presente - come detto - anche il figlio di Pelè, Edinho: ha lungamente abbracciato Marcia Aoki, la terza moglie del fuoriclasse brasiliano, che gli è stata vicino fino all'ultimo.

Andre Penner/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Edinho, davanti alla bara del padre Pelé. (Santos, 2.1.2023)Andre Penner/Copyright 2023 The AP. All rights reserved

Considerato da molti il ​​più grande calciatore della storia, Pelé si è spento il 29 dicembre, all'età di 82 anni.
Soffriva di un cancro al colon, diagnosticato nel settembre 2021, e le sue condizioni si erano aggravate nelle ultime settimane. 

Infantino: "Vogliamo uno stadio intitolato a Pelé ovunque"

Per omaggiarlo, tra i presenti anche il presidente della FIFA, Gianni Infantino, e molti personaggi del calcio di ieri e oggi.
Infantino è arrivato a Santos insieme al presidente della Conmebol (la Federcalcio sudamericana), Alejandro Dominguez, e a quello della Federazione brasiliana (CBF), Ednaldo Rodrigues.

"Chiederemo che tutti i Paesi del mondo abbiano uno stadio intitolato a Pelé, affinché anche i bambini sappiano chi è stato lui per il calcio".
Gianni Infantino
Presidente della FIFA

Domani i funerali

La veglia allo stadio continuerà fino a martedì mattina.

In giornata, si svolgeranno i funerali e Pelé sarà sepolto nel Memoriale della Necropoli Ecumenica di Santos, con una cerimonia privata riservata ai familiari, un modernissimo cimitero "verticale" con vista sullo stadio.

Dopo la morte di Pelé, il sindaco di Santos ha dichiarato sette giorni di lutto cittadino, mentre in tutto il Brasile sono stati tre i giorni di lutto nazionale.

Nello stadio "Vila Belmiro" giganteggia uno striscione, che diventa un saluto: "Viva O Rei".