EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Nord-Corea, Kim: "Aumento esponenziale dell'arsenale nucleare"

Missili, anche nell'anno nuovo. (Pyongyang, 31.12.2022)
Missili, anche nell'anno nuovo. (Pyongyang, 31.12.2022) Diritti d'autore 朝鮮通信社/KCNA via KNS
Diritti d'autore 朝鮮通信社/KCNA via KNS
Di Euronews - Ansa - AP
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Da Pyongyang, Kim Jong-un annuncia che la Corea del Nord "svilupperà un nuovo sistema di missili balistici intercontinentali" e il primo satellite "spia" da ricognizione nord-coreano sarà lanciato "il prima possibile"

PUBBLICITÀ

"Aumento esponenziale dell'arsenale nucleare" della Corea del Nord, contro il suo "indiscutibile nemico" del Sud.

Questo è l'obiettivo del leader nord-coreano Kim Jong-Un
Da Pyongyang, ha annunciato che la Corea del Nord "svilupperà un nuovo sistema di missili balistici intercontinentali, la cui missione principale sarà un rapido contrattacco nucleare".

Il primo satellite "spia" da ricognizione militare della Corea del Nord, inoltre, sarà lanciato "il prima possibile", ha fatto sapere l'agenzia di stampa statale KCNA.

"Servono sforzi doppi per garantire la sovranità, la sicurezza e i nostri interessi, in risposta alle manovre militari degli Stati Uniti e di altre forze ostili".
Kim Jong-un
38 anni, Leader della Corea del Nord

Kim Jong-un è apparso a una cerimonia alla vigilia di Capodanno per celebrare i nuovi razzi a disposizione dell'arsenale nord-coreano e congratularsi con gli operai che li hanno fabbricati.

Un altro missile: le reazioni

La Corea del Nord, intanto, ha iniziato il 2023 lanciando un missile balistico a corto raggio, finito nel Mar del Giappone.  

"Il nuovo anno è appena iniziato, ma la nostra situazione di sicurezza è ancora molto grave", ha dichiarato il presidente sud-coreano Yoon Suk Yeol agli alti ufficiali militari, durante una videoconferenza.
"I nostri militari devono punire risolutamente qualsiasi provocazione del nemico, con la ferma determinazione di osare il rischio di combattere una battaglia", ha aggiunto il presidente della Corea del Sud. 

Alti diplomatici della Corea del Sud, degli Stati Uniti e del Giappone hanno parlato al telefono e hanno convenuto che le provocazioni della Corea del Nord avrebbero solo approfondito il suo isolamento internazionale e stimolato la loro cooperazione di sicurezza trilaterale. Hanno, comunque, ribadito che la porta al dialogo con la Corea del Nord rimane aperta, secondo il ministero degli Esteri sud-coreano.

Lee Jin-man/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Informazione a senso unico, in Corea del Nord. (Pyongyang, 1.1.2023)Lee Jin-man/Copyright 2023 The AP. All rights reserved

"Avere nemici è un pretesto per produrre più missili"

"L'identificazione di Kim della Corea del Sud come nemica e la menzione delle politiche ostili degli Stati Uniti e della Corea del Sud è un pretesto affidabile per il regime per produrre più missili e armi, per consolidare la posizione negoziale di Kim e concretizzare lo status della Corea del Nord come potenza nucleare", ha commentato l'analista sud-coreano Soo Kim.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Corea del Sud: risarcimenti a vittime del lavoro forzato giapponese

Sale la tensione nella penisola coreana: Pyongyang lancia due altri missili

Da Amburgo arriva l'allarme dei fisici di tutto il mondo: "No all'uso delle armi nucleari"