EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Nuovo confronto Lula-Bolsonaro: volano accuse a 2 settimane dal ballottaggio

match all'ultima accusa tra i candidati alle presidenziali del Brasile
match all'ultima accusa tra i candidati alle presidenziali del Brasile Diritti d'autore BANDEIRANTES TV
Diritti d'autore BANDEIRANTES TV
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Un duello all'ultima accusa - su tutte, pandemia e corruzione - che ha tenuto milioni di brasiliani incollati ai teleschermi

PUBBLICITÀ

Uno scontro all'ultima accusa: è senza esclusione di colpi il nuovo confronto televisivo tra Ignacio Lula da Silva e Jair Bolsonaro, il primo nell'imminenza del ballottaggio che tra due settimane deciderà il prossimo presidente brasiliano.

Come prevedibile, Lula è tornato a calcare la mano sulla disastrosa gestione della pandemia da parte del presidente in carica.

"La verità è che non vi siete presi cura della gente, ve ne siete presi gioco" ha dichiarato. "Avete scherzato dicendo che non avreste preso il vaccino, che chi lo avesse preso sarebbe diventato un alligatore, un omosessuale e che era una cosa da non fare. Avete preso in giro la gente, avete perfino fatto il verso a quanti soffocavano senza ossigeno a Manaus. Non c'è stato un solo governo al mondo che abbia giocato con la pandemia e con la morte come avete fatto voi".

Dal canto suo e altrettanto prevedibilmente, Bolsonaro è tornato a insistere sulle accuse di corruzione contro Lula: il dito stavolta è puntato sulla trasposizione del fiume di Sao Francisco, in uno dei feudi elettorali di Lula nel nord-est, dove il presidente in carica sta cercando di conquistare voti. 

Un progetto assai complesso, la cui ideazione risale alla metà dell'800; e che, dopo un travagliatissimo iter, fu inaugurato nel 2017 sotto Michel Temer, all'epoca presidente dopo la destituzione di Dilma Roussef: Bolsonaro se ne intesta gran parte dei meriti, accusando invece Lula - che nel 2004 richiese una valutazione d'impatto ambientale - di averlo ostacolato per via di meri interessi clientelari. 

"Avete bloccato tutto per denaro, per la corruzione" ha tuonato il Presidente in carica. "Nel vostro governo c'era corruzione su tutto. Avete negato l'acqua al nordest. Io ho portato loro l'acqua con la trasposizione. Inoltre, l'esercito ha lavorato duramente nel nord-est, scavando pozzi per quelle persone che sono lontane da questi enormi torrenti che possono dar loro l'acqua".Milioni di persone hanno seguito il dibattito in tv, su internet e sui social media. Le analisi indicano un pareggio tra i due, con Lula che ha vinto la prima parte, Bolsonaro la terza e ultima, e un pareggio nel secondo blocco del dibattito.

Ma gli ultimi sondaggi continuano a vedere in vantaggio Lula con il 49% delle intenzioni di voto, contro il 44% di Bolsonaro.

Al primo turno, il candidato del Partito dei Lavoratori (PT) aveva ottenuto il 48% dei voti, mentre il presidente di estrema destra ha raccolto il 43%, sostanzialmente più di quanto indicato dai sondaggi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Aborto, le donne brasiliane scendono in strada contro proposta di legge "criminalizzante"

Madonna riempie la spiaggia di Copacabana: il concerto è record

Inondazioni in Brasile: almeno 55 morti e 70mila sfollati