EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Judo: enorme successo per Mongolia e Brasile

Rafaela Silva festeggia abbracciando la sua allenatrice
Rafaela Silva festeggia abbracciando la sua allenatrice Diritti d'autore International Judo Federation
Diritti d'autore International Judo Federation
Di euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Grande entusiasmo a Tashkent per la terza giornata dei campionati mondiali di judo. I locali sono sempre più appassionati e coinvolti dalle iniziative collaterali. Giornata storica per Mongolia e Brasile, e domani è già tempo di nuove emozioni.

PUBBLICITÀ

La terza giornata dei Campionati del mondo di judo prende slancio a Tashkent.

L'evento di punta della Federazione Internazionale è stato coinvolgente per il pubblico di casa che ha atteso con ansia quella che prometteva di essere una giornata fenomenale per questo sport.

Nella categoria  -57 kg, la brasiliana Rafaela Silva, campionessa olimpica del 2016 e mondiale del 2013, ha fatto faville contro la bulgara Ilieva e l'israeliana Nelson Levy l'ha portata in finale contro la Funakubo. La  giapponese ha dominato a terra ma non ha prevalso esi è inchinata a un dinamico Uchi-mata che ha riportato la Silva sul tetto del mondo dopo 9 anni. Il direttore sportivo del Comitato Olimpico Internazionale Kit McConnell ha consegnato le medaglie.

Quando ho abbracciato la mia allenatrice non riuscivo a credere di essere tornata campionessa del mondo e lei mi diceva: Ce l'hai fatta, è reale, L'hai fatto di nuovo´.
Rafaela Silva
campionessa portoghese di Judo

Nella categoria -73 kg, il campione del mondo 2017 Soichi Hashimoto sembrava in forma. Ha battuto la leggenda georgiana e campione del mondo in carica Lasha Shavdatuashvili nel suo cammino verso la finale. A fare il tifo per lui c'era la sua famiglia, commossa per il grande momento.

In finale ha incontrato il bronzo olimpico mongolo Tsogtbaatar Tsend-Ochir. Una transizione incredibile, con una potente armlock contro il canadese Margelidon, il suo momento clou sulla strada per la finale. Per Tsend-Ochir il primo titolo mondiale per la Mongolia dal 2017, dopo il Grande Slam inaugurale di Ulaanbaatar a giugno. Un anno fantastico per il campione premiato da Max-Hervé George, CEO di Ultima Group.

L'ex presidente della Mongolia e presidente dell'Associazione mongola di judo Khaltmaa Battulga ha invece  consegnato ai suoi connazionali le medaglie d'argento.

Oggi mi sono svegliato per essere il numero uno, sono venuto qui per essere il campione del mondo e l'ho fatto.
Tsogtbaatar Tsend-Ochir
Campione di Judo mongolo

Anche la squadra locale uzbeka ha dato prova di un judo fenomenale, con la folla entusiasta di vedere i propri eroi in azione. E domani di nuovo a caccia  medaglie.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Judo, Grand Slam 2024 a Tashkent: finale d'oro in Uzbekistan

Judo, Grand Slam 2024: trionfo azzurro a Tashkent con Manuel Lombardo

Judo, Grand Slam 2024: in Uzbekistan è subito oro con l'atleta di casa Ruziev