Scuola: Bianchi, deve essere inclusiva, non uno di meno

"Anche nei momenti più duri la nostra scuola non ha mai chiuso"
"Anche nei momenti più duri la nostra scuola non ha mai chiuso"
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TORINO, 16 SET - "La scuola deve essere aperta perché una scuola chiusa non esiste". Così il ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi dal palco dell'inaugurazione dell'anno scolastico all'Istituto Curie-Vittorini di Grugliasco (Torino). Per il ministro la scuola "dev'essere inclusiva perché questo vuole la nostra Costituzione". "Ogni persona, ogni Paese, ogni istituzione ha un carattere e il carattere della nostra scuola è data da tre parole che a noi piacciono molto: aperta, inclusiva e affettuosa. E l'inclusione deve riguardare tutti: non uno di meno", afferma Bianchi. "Anche quest'anno abbiamo aperto l'anno con grande serenità - ha continuato - Perché c'è bisogno di scuola. E anche nei momenti più duri la nostra scuola non ha mai chiuso perché - ha aggiunto il ministro - abbiamo usato tutti gli strumenti possibili per tenere legato tra di loro i nostri ragazzi e siamo tornati a vedere i nostri sorrisi e questa è stata una grande conquista per tutti". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Alta tensione tra Moldova e Transnistria, Tiraspol chiede l'intervento russo per i dazi

La Germania media per la pace tra Azerbaigian e Armenia

Guerra in Ucraina, Zelensky al vertice in Albania chiede più munizioni