EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Ucraina: viaggio nell'inferno di Kharkiv, tra attacchi russi e controffensive ucraine

Guerra in Ucraina
Guerra in Ucraina Diritti d'autore AP Photo/Leo Correa
Diritti d'autore AP Photo/Leo Correa
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

I russi colpiscono ancora Kryvyi Rih, la città natale del presidente ucraino Zelensky. Controffensiva di Kiev nella regione di Kharkiv

PUBBLICITÀ

La linea del fronte. La Russia ha colpito nuovamente Kryvyi Rih, la città natale del presidente ucraino Zelensky.

Il giorno precedente i missili russi avevano distrutto una diga sul fiume Inhulet: il crollo della barriera ha provocato inondazioni in diverse località.

L'attacco è avvenuto sullo sfondo di una controffensiva delle truppe ucraine, che hanno riconquistato la maggior parte della regione nord-orientale di Kharkiv.

Gli attacchi russi. Nel suo rapporto di guerra quotidiano, il Ministero della Difesa russo afferma che un massiccio bombardamento delle truppe ucraine nella regione di Kharkiv è in corso e stima in 500 (in 24 ore) il numero di vittime ucraine sul fronte di Mykolaiv e Kherson, nell'Ucraina meridionale.

La riconquista. Dall'inizio del mese, l'Ucraina ha riconquistato centinaia di località nella regione di Kharkiv, per lo più piccole città e villaggi. In alcuni di essi stanno emergendo presunte storie di terrore e torture subite sotto l'occupazione russa.

Ina è un'abitante di Grakove. Mostra dove alcuni civili sono stati sepolti frettolosamente: "Sono stati sepolti in quell'angolo - ci dice - Camminavano di notte e gli hanno sparato".

**Il piano di stabilizzazione.**L'esercito ucraino ha lanciato un piano di "stabilizzazione" nei territori riconquistati e ha proceduto all'arresto dei collaborazionisti russi. Molti cittadini hanno perso tutto dopo l'invasione. Prima del conflitto, Alexander era il proprietario di una fabbrica: "Una vita di lavoro, più di 40 anni, e poi sono arrivati i russi fascisti a distruggere tutto" commenta.

**"Ritiratevi da Zaporizhzhia".**Sempre sotto stretto controllo la centrale di Zaporizhzhia, l'Aieaha invitato la Russia a ritirarsi dall'impianto, teatro di diversi attacchi, per scongiurare lo spettro di una catastrofe nucleare.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

200° giorno di guerra, la vicepremier ucraina: "Mosca ha contattato Kiev per riprendere i negoziati"

Le forze russe si ritirano in alcune zone dell'Ucraina orientale

Guerra in Ucraina: almeno 9 morti e 29 feriti nel raid russo a Kryvyj Rih, la città di Zelensky