This content is not available in your region

Elezioni svedesi: il centro destra vicina alla maggioranza del parlamento

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Elezioni svedesi: il centro destra vicina alla maggioranza del parlamento
Diritti d'autore  Pontus Lundahl/TT News Agency

Secondo un exit poll pubblicato dalla tv pubblica domenica sera alla chiusura delle urne in Svezia, la sinistra al potere sarebbe in vantaggio solo di un seggio rispetto alla coalizione di destra. 

Le prime proiezioni indicano il partito socialdemocratico della premier uscente Magdalena Andersson vicino al 30% dei voti, oltre nove punti percentuali in più rispetto al risultato ottenuto dal partito nazionalista di estrema destra di Jimmie Akesson, considerato il vero ago della bilancia di queste elezioni. L'exploit dei nazionalisti ha fatto scivolare i moderati di destra di Ulf Kristersson al terzo posto per la prima volta in 45 anni.

Ma a sorprendere sono i risultati dello spoglio elettorale, che sin dalle prime schede scrutinate fa presagire la concreta possibilità di un parlamento sbilanciato leggermente a destra. La coalizione di destra potrebbe vincere di misura, conquistando quella manciata di seggi necessaria ad avere la maggioranza nell'emiciclo.  A determinare il nuovo volto del parlamento sarà il risultato dei nazionalisti di Akesson, ma è il sostegno dei moderati di destra che sta spostando gli equilibri del Rikstag svedese. Lo scarto tra i seggi ottenuti dalla destri e quelli della sinistra potrebbe ridursi a uno o massimo due.

I risultati della serata elettorale sono da considerare preliminari. I voti dei cittadini svedesi all'estero e le schede del voto anticipato che non sono arrivate ai seggi in tempo per il giorno delle elezioni vengono contati mercoledì e richiedono una settimana per completare il conteggio finale. Alle elezioni del 2018, tre seggi sono cambiati tra il giorno delle elezioni e il conteggio finale.