EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Svezia: uomo polacco ucciso davanti al figlio di dodici anni per aver rimproverato dei ragazzi

Ulf Kristersson, attuale Ministro di Stato svedese
Ulf Kristersson, attuale Ministro di Stato svedese Diritti d'autore Pontus Lundahl/AP
Diritti d'autore Pontus Lundahl/AP
Di Ilaria Cicinelli
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Un incontro casuale, un diverbio che gli è costato la vita. Mentre accompagnava il figlio in piscina dei giovani hanno urlato contro i due. Il padre è tornato indietro per rimproverarli ma in pochi attimi i ragazzi hanno estratto una pistola e gli hanno sparato. Kristersson: "Atteggiamento disumano"

PUBBLICITÀ

Ucciso a colpi di pistola davanti al figlio di dodici anni per aver sgridato un gruppo di ragazzi in strada. È successo mercoledì in Svezia, a Skärholmen, un quartiere residenziale nel sud di Stoccolma ritenuto in genere abbastanza tranquillo. 

Mikael, un uomo polacco di 39 anni, stava accompagnando il figlio in piscina quando dei giovani, incrociati per caso in un sottopassaggio, hanno urlato contro i due. L'uomo è tornato indietro per rimproverarli ma pochi istanti dopo gli hanno sparato in faccia. Il figlio della vittima ha assistito all'omicidio e ha chiamato i soccorsi.

Gli agenti stanno indagando sull'accaduto ma al momento non c'è stato nessun arresto.

"Mio fratello era una persona che diceva sempre ai giovani di smettere di fare cose sbagliate e non voleva che suo figlio crescesse in un ambiente criminale. Ieri ne è stato un esempio", ha dichiarato il fratello di Mikael in un'intervista all'emittente pubblica Svt. "Era come ogni genitore che vuole che i propri figli crescano al sicuro, che possano uscire e giocare per strada come facevamo noi", ha aggiunto.  

In precedenza l'uomo si era messo in contatto con la polizia per denunciare le bande criminali nel suo quartiere.

Kristersson: "Crudeltà inimmaginabile"

"È un atteggiamento disumano e animalesco. Non possiamo permetterlo", ha commentato il ministro di Stato svedese Ulf Kristersson, giunto sulla scena della sparatoria.

"Uccidere una persona che non ha nulla a che fare con tutto questo. Di fronte a suo figlio, un bambino. È una spietatezza che penso sia difficile da descrivere. È una crudeltà inimmaginabile", ha aggiunto.

Il ministro ha poi promesso che le autorità faranno tutto il necessario per fermare gli assassini.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Svezia: a Malmö cani e furetti a caccia di topi in vista dell'Eurovision 2024

Svezia, sparatoria nei pressi dell'ambasciata di Israele: diversi arresti

Il dilemma dell'Ue: dalla dipendenza dai combustibili fossili a quella dai metalli