This content is not available in your region

Yevgeny Roizman arrestato in Russia per discredito dell'esercito: era contro l'invasione

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
EuronewsYevgeny Roizman
EuronewsYevgeny Roizman   -   Diritti d'autore  Efrem Lukatsky/Copyright 2019 The Associated Press. All rights reserved.

Yevgeny Roizman, ex sindaco di Ekaterinburg, è stato arrestato in Russia nell'ambito di un procedimento penale per "discredito dell'esercito" e rischia fino a cinque anni di carcere. Nelle prime ore del mattino sono iniziate le perquisizioni a casa sua e nell'ufficio della sua fondazione. 

Discredito dell'esercito

Una decina di poliziotti armati in mimetica si sono presentati questa mattina a casa dell'ex sindaco, il cui avvocato, Vladislav Idamjapov, si è visto rifiutare dalla polizia l’ingresso nell’appartamento 

“Si tratta di una violazione del diritto alla difesa”, ha denunciato Idamjapov. 

Aprendo la finestra del suo appartamento, Yevgeny Roizman ha gridato ai giornalisti che si erano radunati vicino a casa sua che viene perseguito per aver “screditato” l’esercito.

Sindaco di Ekaterinburg dal 2013 al 2018, Roizman potrebbe quindi essere trasferito a Mosca. 

Secondo una fonte della polizia citata da Tass, l’indagine è stata aperta a causa in seguito a un video pubblicato su You Tube in cui denunciava l’offensiva russa in Ucraina.

Contro l'invasione russa

Già di recente Roizman era stato condannato a pagare tre multe per aver condannato l'invasione Ucraina, definendola "guerra ingiusta, predatoria e fratricida" e insistendo sul fatto che in Russia non vi fosse un sostegno totale alle azioni del Cremlino. 

“Mi rendo conto che possono arrestarmi”, aveva detto Roizman all’Afp a fine luglio, “Non ho illusioni, non ho paura”. 

Non ho illusioni, non ho paura
Yevgeny Roizman
Oppositore russo

Schiacciata dalle precedenti ondate di repressione, l’opposizione russa è stata decimata dall’inizio dell’intervento militare di Mosca in Ucraina. Gli ultimi grandi critici di Putin sono emigrati o sono stati imprigionati.