EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Donetsk, cinque cittadini europei considerati mercenari dai filorussi: rischiano la pena di morte

I cinque cittadii stranieri in tribunale a Donetsk. (15.8.2022)
I cinque cittadii stranieri in tribunale a Donetsk. (15.8.2022) Diritti d'autore Video AP
Diritti d'autore Video AP
Di Cristiano TassinariEuronews World
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

I cinque cittadini europei (tre inglesi, un croato e uno svedese) hanno dichiarato di non essere mercenari. A ottobre, la prossima udienza. Continua, intanto, la disputa europea sul possibile divieto di viaggio dei cittadini russi nell'Ue

PUBBLICITÀ

Cinque cittadini europei, catturati dai russi nella zona di Mariupol, sono stati processati in un tribunale di Donetsk gestito dai separatisti filorussi.
Tre sono inglesi (John Harding, Andrew Hill e Dylan Healy), uno croato (Vjekoslav Preberg) e uno svedese (Mathias Gustafsson).

Accusati di essere mercenari

Tutti si sono dichiarati non colpevoli dell'accusa di essere mercenari e di aver reclutato altri cittadini stranieri. Se nella prossima udienza, a ottobre, fossero riconosciuti colpevoli, i cinque rischiano la pena di morte.

Video AP
Quale sarà il loro destino?Video AP

A giugno, due cittadini britannici (Aiden Aslin e Sean Pinner) e il cittadino marocchino Saadoun Brahim, fatti prigionieri nel Donbass dalle forze filorusse, sono stati condannati a morte con la stessa accusa. E hanno presentato appello contro la sentenza.

Divieto di viaggio nell'Unione europea per i cittadini russi?

Su un altro fronte, sta crescendo la tensione sulla concessione dei visti ai cittadini russi per viaggiare in Europa. 
Il presidente ucraino Zelensky vuole il divieto, sostenendo che viaggiare non è un diritto quando il proprio governo ha invaso un altro Paese.

La questione è stata nuovamente sollevata durante la riunione dei leader nordici a Oslo, alla quale ha partecipato anche il Cancelliere tedesco Olaf Scholz, in contrasto con la premier finlandese Sanna Marin.

Olaf Scholz, Cancelliere della Germania: 
"Quello che è importante per noi è che dobbiamo capire che ci sono anche molte persone che fuggono dalla Russia perché sono in disaccordo con il regime russo. Tutte le decisioni che prendiamo non devono rendere più complicato per loro andare verso la libertà".

Håkon Mosvold Larsen/Håkon Mosvold Larsen / NTB
L'espressione perplessa di Olaf Scholz, con il premier norvegese Jonas Gahr Støre. (Oslo, 15.8.2022)Håkon Mosvold Larsen/Håkon Mosvold Larsen / NTB

Ribatte il primo ministro finlandese Sanna Marin.

"I cittadini russi non hanno iniziato la guerra, ma allo stesso tempo dobbiamo renderci conto che stanno sostenendo la guerra.
Penso che non sia giusto che i cittadini russi possano viaggiare, entrare in Europa, nell'area Schengen, fare i turisti, mentre la Russia sta uccidendo i civili in Ucraina: è sbagliato!"
Sanna Marin
35 anni, primo ministro della Finlandia
Terje Bendiksby/Terje Bendiksby / NTB
Il premier norvegese Jonas Gahr Store, al centro, con Magdalena Andersson, Sanna Marin, Mette Fredriksen e Katrin Jakobsdottir. (Oslo, 15.8.2022)Terje Bendiksby/Terje Bendiksby / NTB

Ospiti d'onore per Zelensky

Il presidente ucraino Zelensky ha accolto a Kiev l'attore americano Liev Schreiber e l'ex calciatore ucraino Andriy Shevchenko.

I due noti personaggi sono ambasciatori della piattaforma di raccolta fondi United24. Il progetto è stato lanciato da Zelensky come punto di riferimento per la raccolta di donazioni a sostegno dell'Ucraina.

United24:il sito ufficiale

Video AP
Zelensky con i suoi ospiti. (Kiev, 15.8.2022)Video AP
Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La guerra in Ucraina si invita allo Sziget Festival

Ucraina: accuse e timori su Zaporizhzhia. Zelensky:"I cittadini russi che tacciono sono complici"

Guerra in Ucraina: almeno 9 morti e 29 feriti nel raid russo a Kryvyj Rih, la città di Zelensky