This content is not available in your region

Ucraina, 170 giorni di guerra, Zelensky: "Ricatto nucleare dei russi a Zaporizhzhia"

Access to the comments Commenti
Di Cristiano Tassinari  & Euronews World - Ansa
euronews_icons_loading
Una donna ferita, dopo un attacco russo a Kramatorsk. (13.8.2022)
Una donna ferita, dopo un attacco russo a Kramatorsk. (13.8.2022)   -   Diritti d'autore  David Goldman/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

170° giorno di guerra in Ucraina.

Il governatore di Zaporizhzhia ha chiesto la smilitarizzazione della centrale nucleare, la più grande d'Europa, e che gli organismi internazionali si adoperino per farla rispettare.

I residenti sono in fuga da Enerhodar, la cittadina ucraina vicina alla centrale di Zaporizhzhia: si sono verificate lunghe code di automobili in uscita dalla città, per andare il più lontano possibile. 

Centrale nucleare a rischio

La centrale nucleare di Zaporizhzhia opera con il rischio di violazione delle norme di sicurezza antincendio e antiradiazioni": lo ha ribadito su Telegram l'agenzia atomica ucraina Energoatom.

"Dalle 8:00 del 14 agosto, la centrale nucleare di Zaporizhzhia opera con il rischio di violare gli standard di sicurezza contro le radiazioni e gli incendi", si legge nel rapporto. "Permangono rischi di fuoriuscita di idrogeno e dispersione di sostanze radioattive e anche il rischio di incendio è elevato. Inoltre, tre sensori di monitoraggio delle radiazioni attorno al sito dell'impianto di stoccaggio sono stati danneggiati". 

Le notizie dal campo di battaglia

Dopo gli attacchi di venerdì a Kramatorsk, nella serata di sabato, ancora bombardamenti russi, in particolare su Kharkiv. 

David Goldman/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.
I danni dei bombardamenti a Kramatorsk. (13.8.2022)David Goldman/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

Una forte esplosione si è udita a Melitopol e un'altra in un centro di raccolta metalli a Mariupol (città sotto il controllo russo)

Tre civili sono rimasti feriti la notte scorsa in seguito a un bombardamento delle forze russe contro la cittadina di Zmiiv, nella regione di Kharkiv, non lontana dal confine con la Russia: lo ha reso noto su Telegram il capo dell'amministrazione militare regionale, Oleh Syniehubov. 

Mentre continuano i contrattacchi ucraini per colpire i rifornimenti russi nella zona di Kherson.
Kiev afferma che il ponte sulla diga di Nova Kakhovka, già attaccato in passato, è ora impraticabile.

"Ricatto nucleare"

Il messaggio della notte del presidente ucraino Volodymyr Zelensky
"Gli occupanti stanno cercando di intimidire la gente in modo cinico, utilizzando la centrale nucleare di Zaporizhzhia. In realtà, si coprono con la centrale per sparare a Nikopol e Marganets. Organizzano continue provocazioni con il bombardamento del territorio della centrale nucleare e cercano di guidare le loro forze in questa direzione, per ricattare ancora di più il nostro Stato e l'intero mondo libero".

Video
Zelensky durante il messaggio al Paese. (14.8.2022)Video

Russia: conquistato Pisky e distrutto un sistema HIMARS

Il portavoce del ministero della Difesa russo, Igor Konashenkov, ha dichiarato sabato che le forze di Mosca hanno preso il pieno controllo di Pisky, un villaggio alla periferia della regione di Donetsk. E ha aggiunto che hanno distrutto un sistema HIMARS, fornito dagli Stati Uniti, vicino a Kramatorsk e hanno abbattuto quattro razzi ucraini nella regione di Kherson.
70 soldati ucraini sarebbero rimasti uccisi nell'area di Gavrilovka, nel nord-est di Kharkiv.

Kramatorsk nel mirino

Sabato, i residenti di Kramatorsk hanno controllato i danni causati da un attacco missilistico russo, avvenuto venerdì sera.

Secondo il sindaco, tre civili sono rimasti uccisi e 13 feriti.

L'attacco è avvenuto un giorno dopo che altri undici razzi sono stati lanciati contro Kramatorsk, una delle principali città ancora controllate dall'Ucraina nella provincia di Donetsk, al centro dell'offensiva russa in corso per conquistare l'intera regione del Donbas.

Il Direttore del dipartimento Nord America del ministero degli Esteri russo, Alexander Darchiev, ha accusato Washington di "fare una guerra alla Russia fino all'ultimo ucraino". 

Ma ciò non impedisce alle due potenze di parlarsi. Lo stesso Darchiev ha, infatti, confermato che gli Usa e la Russia continuano a trattare uno scambio di prigionieri. Mosca dovrebbe liberare la cestista Brittney Griner e, forse, l'ex marine Paul Whelan, in cambio del noto trafficante d'armi russo Viktor Bout, soprannominato il "mercante di morte". Bout è stato arrestato in Thailandia nel 2008 e sta scontando una condanna a 25 anni di carcere negli Stati Uniti. 

Crimini di guerra e reati penali

Dall'inizio dell'invasione dell'Ucraina, la Russia ha commesso 28.231 crimini di guerra nel Paese: lo ha reso noto, oggi su Telegram, l'Ufficio del Procuratore Generale, secondo quanto riporta Ukrinform. 

Inoltre, in questo periodo sono stati registrati 13.181 crimini contro la sicurezza nazionale, tra cui 9.099 violazioni dell'integrità territoriale e dell'inviolabilità dell'Ucraina e 1.571 episodi di alto tradimento.

Nel complesso, sono stati registrati 41.412 casi penali legati all'invasione.

Circa 43.550 soldati russi sono stati uccisi in Ucraina dall'inizio dell'invasione, secondo l'esercito di Kiev.
Nel suo aggiornamento sulle perdite subite finora da Mosca, l'esercito ucraino indica che si registrano anche 233 caccia, 194 elicotteri e 784 droni abbattuti. Lo riporta Ukrinform.

Inoltre le forze di Kiev affermano di aver distrutto 1.864 carri armati russi, 980 sistemi di artiglieria, 4.126 veicoli blindati per il trasporto delle truppe e 15 navi e 187 missili da crociera.