This content is not available in your region

Migranti, naufragio al largo delle coste greche: proseguono le ricerche

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Le ricerche dopo il naufragio
Le ricerche dopo il naufragio   -   Diritti d'autore  AFP

Continuano le ricerche dei dispersi nel Mar Egeo sud-orientale, al largo delle coste greche: i soccorritori hanno recuperato 29 migranti, ma si teme che almeno altri 50 siano morti nel tentativo di compiere la traversata dalla Turchia all'Italia.

Secondo un funzionario, i migranti salvati sarebbero afghani, iraniani e iracheni. Nessuno a bordo dell'imbarcazione, affondata a causa delle avverse condizioni meteo, indossava un giubbotto di salvataggio.

La pericolosa traversata di poche miglia nautiche tra le isole greche e la costa turca nel Mar Egeo, situato nel Mediterraneo orientale, costa la vita a molti migranti e rifugiati che cercano di raggiungere l'Europa a bordo di imbarcazioni di fortuna per fuggire da guerre e miseria.

Sullo sfondo della tragedia le frizioni tra Grecia e Turchia.
Atene sostiene che Ankara non persegua i trafficanti di uomini e consenta ai migranti di arrivare in Grecia, in violazione dell'accordo del 2016 che impegnava la Turchia a limitare l'immigrazione dal suo territorio in cambio di aiuti finanziari europei.

Da gennaio - secondo i dati dell'Organizzazione internazionale per le migrazioni - sono 64 le vittime nel Mediterraneo orientale e 8 i migranti morti al largo di Mykonos il 19 giugno. In quella circostanza oltre 100 persone vennero tratte in salvo dai soccorritori.