EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Salvini a Lampedusa auspica che tra pochi mesi il centro migranti non serva più

Matteo Salvini in visita a Lampedusa
Matteo Salvini in visita a Lampedusa Diritti d'autore FILIPPO MONTEFORTE/AFP or licensors
Diritti d'autore FILIPPO MONTEFORTE/AFP or licensors
Di Gioia Salvatori
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il leader della Lega in campagna elettorale sull'isola è stato contestato dagli attivisti per i diritti umani e da alcuni turisti all'aeroporto

PUBBLICITÀ

Il leader della Lega Matteo Salvini è entrato nel vivo della campagna elettorale per le politiche del 25 settembre a Lampedusa. D'altronde lo stesso vicesindaco leghista dell'isola Attilio Lucia gli aveva chiesto aiuto mentre gli arrivi di migranti sull'isola si moltiplicano e il centro d'accoglienza, colmo ben oltre la capacità, versa in condizioni critiche. 

"Lampedusa è la porta d'Europa non il centro profughi d'Europa"

Salvini ha visitato il centro che ha toccato punte di 1800 ospiti a fronte di una capacità di 350. Salvini ha detto di sperare che il centro tra pochi mesi possa chiudere "perché inutile", auspicando un futuro governo di centrodestra quindi maggiori controlli alle frontiere. "Lampedusa è la porta d'Europa non il centro profughi d'Europa", ha detto il leader della Lega. 

Ma per gli attivisti dei diritti umani, che sull'isola hanno preparato una manifestazione contro Salvini, la retorica dell'invasione è inacettabile. Giovanni D'Ambrosio di Mediterranean Hope sottolinea che i numeri dei migranti in arrivo a Lampedusa non sono grandi rispetto, ad esempio, al numero dei profughi ucraini arrivati in Italia dallo scoppio della guerra e fino a giugno: oltre 100000. "Se abbiamo potuto dare loro una casa, uno spazio, possiamo farlo anche con le persone che vengono dal sud del mondo", ha detto. 

Salvini contestato da alcuni turisti all'aeroporto e dagli attivisti per i diritti umani

Salvini è stato anche contestato da alcuni turisti appena sbarcato all'aeroporto di Lampedusa ma la sua visita almeno un effetto l'ha avuto: poche ore prima del suo arrivo infatti diversi migranti sono stati trasferiti dall'hotspot, sovraffollato e in condizioni igieniche precarie, verso altre destinazioni.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Matteo Salvini e i suoi pochi, sempreverdi cavalli di battaglia

Migranti, naufragio al largo delle coste greche: proseguono le ricerche

Processo Open Arms, Richard Gere ammesso testimone