EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Fermati tre carrarmati su A30. Difesa,'andavano in Germania'

"Per esercitazione".Secondo notizie di stampa diretti in Ucraina
"Per esercitazione".Secondo notizie di stampa diretti in Ucraina
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - NAPOLI, 29 GIU - Tre carrarmati Pzh 2000 sono stati fermati dalla Polizia Stradale di Napoli al casello di Mercato San Severino della autostrada A30 Salerno-Caserta perché i trattori e i semirimorchi delle ditte private incaricate del loro trasporto erano sprovvisti della carta di circolazione e la prevista revisione periodica era scaduta. Inoltre, uno dei conducenti non aveva l'autorizzazione per guidare mezzi di trasporto eccezionali. E' quanto riferisce il quotidiano Il Mattino nell'edizione di oggi, aggiungendo che i mezzi pesanti, provenienti dalla base militare di Persano (Salerno), avevano come destinazione finale l'Ucraina. Dallo Stato maggiore della Difesa, però, arriva una precisazione. "I mezzi trasportati, Pzh2000, erano diretti in Germania per un'esercitazione. Il trasporto dei mezzi provenienti dalla base militare di Persano di Salerno era a carico di una ditta privata che da controlli effettuati non era in possesso di documentazione corretta". Sta di fatto che i tre carrarmati sono stati spediti di nuovo a Persano in attesa di essere ritrasportati su mezzi in regola con le carte: altri due carri, che hanno passato i controlli, hanno proseguito il loro tragitto. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Netanyahu: annuncio del mandato di arresto della Corte penale internazionale "nuovo antisemitismo"

Terremoto ai Campi Flegrei: scossa più forte degli ultimi quarant'anni

Iran in lutto per la morte di Raisi: migliaia di cittadini piangono il presidente