This content is not available in your region

Missili su Odessa, Charles Michel costretto a rifugiarsi durante la visita a sorpresa

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
AP Photo
AP Photo   -   Diritti d'autore  Dario Pignatelli/AP

Nel corso di un viaggio a sorpresa a Odessa, il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, è stato costretto a mettersi al riparo dai missili che hanno colpito di nuovo la città sul Mar Nero.

Durante l'incontro col premier ucraino, Denys Shmygal, improvvisamente interrotto a causa della fuga forzata, Michel ha affermato che la Russia non riuscirà nei propri intenti.

Il Cremlino vuole giustiziare il vostro spirito di libertà e democrazia, ma sono totalmente convinto che non ci riuscirà mai
Charles Michel
presidente del Consiglio europeo

"Cari amici ucraini - aggiunge Michel - sono venuto a Odessa nella Giornata dell'Europa con un semplice messaggio: non siete soli, noi siamo con voi".

Intanto, la Guardia nazionale ucraina ha predisposto la difesa sulla linea del fronte di Kharkiv.

Alexei Alexandrov/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.
AP PhotoAlexei Alexandrov/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

La conta russa

Il ministero della Difesa russo elenca gli effetti delle recenti manovre offensive a Mariupol.

"Le truppe missilistiche e l'artiglieria - afferma Igor Konashenkov, portavoce del ministero della Difesa russo - hanno colpito otto posti di comando, 26 unità di artiglieria, così come 211 aree di manodopera e attrezzature militari.

Gli attacchi hanno portato all'eliminazione di più di 350 nazionalisti e sino a 56 veicoli blindati e a motore".

Evgeniy Maloletka/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved
AP PhotoEvgeniy Maloletka/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved

L'inferno scampato

I sopravvissuti dell'acciaieria Azovstal sono alloggiati in tende: hanno vissuto l'inferno, reclusi nel sito bombardato dai russi per diversi giorni.

Un civile sfollato, Victor Mitchta, riferisce che le condizioni in cui vivevano erano terribili.

Non è certo che tutti i civili siano stati evacuati, sebbene fonti ucraine abbiano confermato che anziani, donne e bambini siano tutti partiti.