This content is not available in your region

L'elettrico sbarca in Serbia, i nuovi modelli Fiat nello stabilimento di Kragujevac

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
lo stabilimento Fiat di Kragujevac, a circa 100 chilometri (70 miglia) a sud di Belgrado, in Serbia, lunedì 16 aprile 2012
lo stabilimento Fiat di Kragujevac, a circa 100 chilometri (70 miglia) a sud di Belgrado, in Serbia, lunedì 16 aprile 2012   -   Diritti d'autore  Darko Vojinovic/AP

"L'inizio di una nuova era". Così il presidente serbo **Aleksandar Vučić **ha descritto l'inizio della produzione di modelli elettrici Fiat nello stabimento di Kragujevac (a un centinaio di chilometri da Belgrado).

I primi esemplari dovrebbero essere pronti a metà del 2024, ma sul modello che verrà prodotto il riserbo non è ancora stato sciolto. Secondo Vučić, però, si tratterà di un'automobile "molto popolare, destinata alla classe media". 

"Ci metteremo al passo con la parte più moderna del mondo - ha aggiunto il presidente serbo - e avremo come prodotto finale un'auto elettrica moderna. ".

Il contratto prevede anche un periodo di transizione fino alla fine del 2023, in modo che la fabbrica possa adattarsi alla produzione della nuova linea.

Un'operazione che, come sottolineato dall'Ad di Stellantis, Carlos Tavares, è parte di una grande rivoluzione nel settore automobilistico.

"La portata di questo cambiamento nell'industria automobilistica è senza precedenti - ha detto Tavares - perché dovremo cambiare completamente l'intera tecnologia dei nostri veicoli. Non solo le parti meccaniche, che dovranno andare elettricità, ma anche la connettività, l'autonomia dei veicoli, tutto". 

L'accordo appena firmato aiuterà l'azienda a raggiungere gli obiettivi del 100% di vendite rappresentate da veicoli ibridi in Europa entro la fine del decennio, e delle zero emissioni entro il 2038.

La Serbia avrà quindi un ruolo chiave nel piano strategico di Stellantis, denominato Dare Forward 2030