This content is not available in your region

Finlandia, dai politici consenso all'adesione alla NATO. Al via il dibattito in Parlamento

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini
euronews_icons_loading
Finlandia, dibattito in Parlamento su adesione NATO
Finlandia, dibattito in Parlamento su adesione NATO   -   Diritti d'autore  Heikki Saukkomaa/Lehtikuva

Passo dopo passo la Finlandia è sempre più vicina alla Nato. Nel paese cresce il consenso per l'ingresso nell'Alleanza Atlantica. In Parlamento dove si è iniziato a discutere sulla svolta storica con l'abbandono della neutralità, come risposta alla guerra in Ucraina, i politici hanno espresso pieno consenso in linea con quanto dichiarato dalla premier Sanna Marin che aveva auspicato una decisione definitiva tra settimana e non mesi

Antti Lindtman, capogruppo parlamentare del partito Socialdemocratico, ha sottolineato che “sono state le azioni della Russia ad avvicinare la Finlandia alla necessità di un'alleanza militare".

Dalla politica ai cittadini. Il pensiero è comune. “Siamo stati relativamente al sicuro fino ad ora, dice un commerciante. Sono sempre stato del parere che avremmo dovuto entrare a far parte della NATO negli anni '60, visto che abbiamo il più lungo d'Europa con la Russia". Anche i più scettici si sono convinti che l’adesione sia la scelta migliore per il paese.

Per la Finlandia, che ha un confine di oltre 1.300 chilometri con la Russia, l'adesione all'Alleanza Atlantica fornirebbe una deterrenza "significativamente maggiore" contro un attacco del suo potente vicino, secondo il Libro bianco sulla sicurezza presentato la scorsa settimana dal Governo di Helsinki. Quasi due terzi dei 5 milioni e mezzo di finlandesi ora si dicono ora favorevoli all'adesione, quasi il triplo di prima dell’invasione russa in Ucraina.

Passi in avanti finlandesi

Il governo di Helsinki della premier Sanna Marin (36 anni), infatti, ha presentato a Bruxelles, un nuovo documento di politica estera e di sicurezza nazionale, che preve-de proprio l’ingresso nella NATO.

"Dipenderà dal Parlamento europeo come procederemo, ma il dibattito è aperto", ha dichiarato il ministro degli Esteri finlandese, Pekka Haavisto. La richiesta ufficiale di adesione alla NATO della Finlandia, neutrale dalla Seconda Guerra Mondiale, potrebbe avvenire già a giugno.

Mosca, dal canto suo, ha più volte in passato parlato della possibilità che Helsinki e Stoccolma entrino nell'Alleanza atlantica, definendola una eventualità che avrebbe ripercussioni politiche e militari "anche gravi".