Finlandia, la NATO si avvicina

Finlandia, la NATO si avvicina
Diritti d'autore John Thys/AFP or licensors
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L'aggressione russa all'Ucraina ha cambiato la precezione dell'opinione pubblica: ora il 53% è a favore dell'ingresso nell'Alleanza atlantica

PUBBLICITÀ

La neutralità della Finlandia vacilla, dopo l'attacco russo all'Ucraina. Il dibattito sulla eventuale adesione alla NATO è arrivato in parlamento, una cosa improbabile solo pochi mesi fa. Per il governo di Sanna Marin, che pochi giorni fa ha annunciato l'invio di armi al governo di Kiev, si tratta di un dibattito tutto politico, e non di un passo formale per cambiare le attuali relazioni con l'Alleanza atlantica.

E tuttavia i finlandesi a favore di un ingresso nella NATO in pochi mesi sono passati dal 30 al 53 per cento, e i contrari dal 43 al 28.

"Ero un po' scettico nei confronti della NATO, ma ora, dopo quello che sta accadendo in Ucraina, ho cambiato idea, mi sento più favorevole oggi, ma dobbiamo vedere cosa accadrà", dice un giovane.

"La Finlandia è un Paese occidentale, condivide valori liberaldemocratici con altri Paesi dell'Unione, è naturale che l'alleanza che garantisce sicurezza all'Europa faccia lo stesso con la Finlandia", afferma un pensionato.

Intanto, sia la Finlandia che la Svezia, anch'essa fuori dall'Alleanza, partecipano alle riunioni virtuali dei paesi membri per coordinarsi di fronte alla minaccia rappresentata dalla Russia.

Mosca, dal canto suo, ha più volte in passato parlato della possibilità che Helsinki e Stoccolma entrino nell'Alleanza atlantica, definendola una eventualità che avrebbe ripercussioni politiche e militari "anche gravi".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Viaggio lungo la frontiera chiusa tra Finlandia e Russia

Cinque cose da sapere sul nuovo presidente finlandese Alex Stubb

La Finlandia prolunga la chiusura delle frontiere con la Russia fino ad aprile: accuse a Mosca