This content is not available in your region

Chi sono e cosa fanno le figlie di Putin colpite dalle sanzioni USA

Access to the comments Commenti
Di euronews con Ansa
euronews_icons_loading
Nuove sanzioni Usa vs istituti bancari russi
Nuove sanzioni Usa vs istituti bancari russi   -   Diritti d'autore  AFP

Misure ad personam ma non solo, le nuove sanzioni varate dagli Usa, in raccordo con G7 e Ue, contro la Russia colpiranno le figlie di Vladimir Putin, Maria e Iekaterina, e la figlia del ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov.

"Sappiamo - ha spiegato la fonte - che Putin e i suoi sodali usano le loro famiglie per nascondere i loro beni, per questo abbiamo deciso di congelare anche gli asset dei parenti".

Colpita anche la Sberbank, la più grande istituzione finanziaria del Paese, e la più grande banca privata, Alphabank. Dalla Casa Bianca sottolineano che "si tratta della misura più dura presa sinora, con l'obiettivo di  creare un "shock finanziario per Mosca. Con le nuove misure il 2/3 del settore bancario russo è stato colpito".

In risposta agli attacchi di Bucha, a Kiev, gli Stati Uniti prendono nuove misure nuove sanzioni contro gli alti componenti dell’élite economica russa. E tra questi, è probabile che le ultime misure riguarderanno anche la figlia del ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov. Inclusi nelle sanzioni lo stop ai conti correnti bancari in banche straniere e i sigilli a case e ville di lusso all’estero. 

**Le figlie di Putin  **

Le figlie di Putin sono Maria Vorontsova, 36 anni, e IekaterinaTikhonova, 35 anni, avute con la ex moglie, Lyudmila Shkrebneva, sposata nel 1983 e dalla quale ha divorziato ufficialmente il 6 giugno 2013.

 Di loro si sa poco, anche perché, di fatto, Lyudmila e le due figlie sono scomparse dalla scena ufficiale già dal 1999.

Putin ha sempre tenuto la sua famiglia lontano dai riflettori. Solo in due casi ha parlato delle sue figlie: in una conferenza stampa del 2015, quando ha spiegato che “hanno studiato solo in università russe, ma parlano  perfettamente tre lingue europee”, poi, nel 2017, quando la Reuters riportò : “Le mie figlie sono impegnate nella scienza e nell’educazione. Non interferiscono in nulla, compresa la politica. Vivono normalmente”. Maria Vorontsova è la primogenita di Putin. Nata a San Pietroburgo nel 1985, ha studiato biologia e poi si è specializzata in endocrinologia. Dal 2019 è azionista e senior manager della società medica Nomeko, con sede vicino a San Pietroburgo, che fa ricerca sul cancro. È conosciuta anche come Maria Faassen, dal cognome del marito, l’uomo d’affari olandese Jorrit Faassen, dal quale ha avrebbe avuto due figli (di cui però non vi sono conferme ufficiali). La famiglia risiede ufficialmente in Olanda.

La secondogenita,  IekaterinaTikhonova, nata Yekaterina Vladimirovna Putina (Tikhonova è il cognome della nonna) nel 1983 a Dresda, nell’allora Germania dell’Est, è laureata in fisica e matematica, ma alla scienza ha preferito una carriera da donna d’affari, gestendo progetti finanziati con i fondi pubblici all’Università statale di Mosca. È nota per la sua passione per la danza. Nel 2013 è arrivata quinta ai campionati mondiali di rock acrobatico. In quello stesso anno, Iekaterina ha sposato Kirill Shamalov, figlio di Nikolai Shamalov, amico d’infanzia di Putin e comproprietario della Rossiya Bank. Il matrimonio è stato celebrato nella stazione sciistica di Igora (di proprietà di Yuri Kovalchuk, uno stretto collaboratore di Putin). 

La coppia, stando a alcuni media internazionali, avrebbe divorziato nel 2018 e aveva una fortuna stimata in oltre due miliardi di dollari.